Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione e trasformazioni del meccanico vicentino dal secondo dopoguerra al duemila

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 tecniche subito assorbite dai piccoli artigiani 7 che sfruttano le potenzialità della nuova attività e la grande richiesta di incunaboli nel Cinquecento. Tra il XV e il XVI secolo, la manifattura laniera, il cui sviluppo avviene solo dopo il XIII secolo, in ritardo rispetto ad esempio a Verona, fa il decisivo salto di qualità. La produzione raggiunge i 4.000 panni alti negli anni ’80, questi ultimi erano inviati soprattutto a Venezia e Genova, ma anche a Roma, Napoli, in Abruzzo, in Puglia in Calabria, in Sicilia e, sporadicamente, sul mercato tedesco. Nel tardo Cinquecento in contro tendenza rispetto alla completa decadenza del lanificio il serico conosce un buon momento grazie anche alle buone basi poste nel secolo precedente. La caratteristica principale del setificio vicentino tra il XV e il XVI secolo è quella di essere un grosso produttore di seta grezza e semilavorata, mentre la fabbricazione di drappi serici copre un ruolo se non proprio marginale, quanto meno secondario. Quasi tutta la seta greggia ed i filati prodotti vengono esportati. Dopo il lanificio e il setificio, la lavorazione dei pellami e dei cuoi rappresenta uno dei più importanti settori produttivi, tanto che nel XV secolo la lavorazione delle pelli sembra essere seconda solo al lanificio. L’Alto Vicentino conosce una crescita nel settore minerario tra fine Quattrocento ed inizio Cinquecento, favorita dall’interesse della 7 Famosi diventano in questo periodo i Remondini di Bassano, celebri per le loro stampe popolari.

Anteprima della Tesi di Alice Cattelan

Anteprima della tesi: Evoluzione e trasformazioni del meccanico vicentino dal secondo dopoguerra al duemila, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alice Cattelan Contatta »

Composta da 219 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 832 click dal 17/02/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.