Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo di un codice di aeroacustica basato sulla formulazione di Ffwocs Williams-Hawkings nella forma di Farassat

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1. Scelta della formulazione 9 seguente: (1.8) Dove Φ è una quantità che soddisfa l’equazione delle onde all’esterno della superficie di controllo S (ad esempio la pressione e il potenziale di velocità); (x, t) e (y, τ) indicano le variabili spaziali e temporali rispettivamente dell’osservatore e della sorgente; r è la distanza tra sorgente e osservatore: r = | x – y |. In particolare il tempo di emissione t ret è soluzione dell’equazione: 0 c r tt ret ed è il tempo al quale è necessario valutare la funzione integranda della (1.8). La (1.8) è una rappresentazione integrale di Φ per punti esterni alla superficie in termini di informazioni note sulla superficie di controllo S. La formulazione presentata è riferita a una superficie stazionaria ma si può estendere agevolmente a superfici che si muovano uniformemente in modo subsonico e supersonico e arbitrariamente in modo subsonico. [7] Questo metodo presenta un ottimo compromesso tra l’aerodinamica non lineare del campo vicino e l’acustica lineare del campo lontano. Il vantaggio consiste nella scelta di una superficie di controllo arbitraria che può essere posta ovunque nello spazio e le cui uniche limitazioni consistono nel dover contenere la sorgente e tutti i termini non lineari e di essere regolare; per posizionarla è necessario testare la propagazione della soluzione CFD e valutare dove è lineare, a quel punto si pone la superficie. Il problema è che sono considerate solo sorgenti di quadrupolo interne alla superficie e vengono perse quelle situate sulla superficie, quindi quando i flussi instazionari si estendono parecchio nella direzione della corrente (getti per esempio) sarebbero necessarie superfici di integrazione molto grandi e di conseguenza una vasta regione dove i calcoli devono essere svolti con tecniche accurate. Nel caso di calcolo del rumore per quanto riguarda rotori di elicotteri [8] si possono usare due tipi di superfici di controllo: rotante con le pale e non rotante. Nel primo caso si ha il vantaggio che la griglia usata per il calcolo CFD è la stessa usata per risolvere l’integrale di Kirchhoff e quindi non è richiesta un’interpolazione, ma è dS tn r rcnrn r r t ret S ≥ ≈ … ≡ ↔ ← ♠ ω ) ω ω ω ω ) ω ω ω ) ) 11 ,4 2 x Σ

Anteprima della Tesi di Barbara Savini

Anteprima della tesi: Sviluppo di un codice di aeroacustica basato sulla formulazione di Ffwocs Williams-Hawkings nella forma di Farassat, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Barbara Savini Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1584 click dal 22/02/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.