Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Brunetto Latini - ''Tresor'' - Volgarizzamento di Bono Giamboni - Adattamento salentino

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

parziali e tre riproduzioni fotomeccaniche 6 . La diffusione medievale del trattato in Francia, testimoniata, oltre che dai numerosi codici pervenuti, dal modo in cui gli scrittori più tardi, quali Aimery du Peyrat e Alain Chartier 7 , ne parlarono e ne trassero profitto, si interruppe bruscamente durante e dopo il Rinascimento, quando il contenuto dottrinale dell’enciclopedia pareva ormai anacronistico rispetto alla nuova temperie culturale e perciò poco allettante per i possibili editori. Solo nell’Ottocento si intuì l’importanza linguistica e storica del trattato e la necessità di approntarne l’edizione, commissionata infine dallo stesso Napoleone I in una circolare del Ministero dell’Istruzione datata 15 Maggio 1835, ma ultimata solo durante il regno di Napoleone III da Polycarpe Chabaille. Tale edizione, preceduta da quelle parziali di Lenormant e Manzoni 8 , riproduce sostanzialmente il manoscritto F (Paris, Bibl. Nat. fr. 12581, anc. suppl. 198), emendato parcamente ma collazionato con un numero notevole di testimoni e con il volgarizzamento italiano, costituendo quasi una editio variorum di enorme interesse, anche per i capitoli presumibilmente o certamente spuri, per la storia culturale. La meritoria, sebbene ormai datata, opera dello Chabaille rappresenta inoltre il primo contributo allo studio sistematico della tradizione manoscritta del Tresor, dal momento che l’autore ha elencato, accuratamente descritto e siglato 39 testimoni a lui noti, servendosi delle varianti di 25 di essi per emendare il codice F. La successiva e ancora ultima edizione, pubblicata da Francis J. Carmody nel 1948, è condotta interamente sul manoscritto T (Paris, Bibl. Nat. fr. 1110, anc. 7364), emendato raramente e non sempre a proposito, e reca, contrariamente all’edizione 6 Sono stati riprodotti i mss. U (Paris, Bibl. Nat. fr. 1111): Li Tresors [...] le livre maistre Bruneto Latin de Flourence, New York, MLA Collection of Photographic Facsimiles, 297, 1934; V (Paris, Bibl. Nat. fr. 1113): Li livre dou trezor maistra Brunet Latin de Flourence, New York, MLA CPF, 298, 1934; T: Li Livres dou trezor, New York, MLA CPF, 324, 1936. 7 Aimery du Peyrat, autore nella seconda metà del XIV sec. di una cronaca latina dei papi e di una traduzione parziale dell’opera del Latini, lo definisce vir magnae prudentiae et venustae facundiae; Alain Chartier, nella sua opera quattrocentesca L’Espérance, lo annovera tra gli storici più illustri insieme a Omero, Virgilio, Livio, Orosio, Trogo, Pompeo: cfr. Th. Sundby, Della vita cit., pp. 73-74. 8 Ch. Lenormant, Traité de l’office du Podestà dans les républiques municipales de l’Italie, Bibliothèque de l’École des Chartes, II, 1840-41, pp. 313-49 (edizione della parte politica del terzo libro, condotta sul manoscritto F confrontato con T, Q e con il Tesoro); G. Manzoni, Saggio di una edizione dell’originale francese inedito del Tesoro di B. L. ..., Rivista enciclopedica italiana, V, 1856, pp. 501-14 (edizione del primo capitolo della politica condotta sui codici torinesi). L’edizione di Chabaille è citata supra, n. 5.

Anteprima della Tesi di Laura Annalisa Lucchi

Anteprima della tesi: Brunetto Latini - ''Tresor'' - Volgarizzamento di Bono Giamboni - Adattamento salentino, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Annalisa Lucchi Contatta »

Composta da 936 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3272 click dal 04/03/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.