Skip to content

Brunetto Latini - ''Tresor'' - Volgarizzamento di Bono Giamboni - Adattamento salentino

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
intersecano le due redazioni, che escludono la congettura che possa trattarsi di una pura integrazione meccanica. È stato tuttavia rilevato che lo stile narrativo dell’aggiunta storica si discosta nettamente da quello tipicamente brunettiano, scarno e sinteticamente informativo 25 . Infatti, l’effettivo ampliamento cronologico degli eventi esposti in tali capitoli risulta pressoché irrilevante rispetto alla restante porzione di testo interessata dall’interpolazione in esame: essa si presenta in realtà come una consistente amplificazione delle stesse vicende illustrate nei codici che non presentano l’aggiunta storica, come si evince da un confronto tra l’edizione Carmody, basata su un codice della seconda redazione, e il manoscritto Ital. 440 che, come gran parte dei volgarizzamenti italiani del Tresor, rientra tra i testimoni della prima redazione: It. 440 (13r 13-23) Ed. Carmody (1.90.4-1.91.1) Ma po’ cressero gra(n)dissime guerre jn Ytalia, et Ca(r)lo lassò al suo filiolo / Loysi lo jnp(er)io, oy quello Loysi foy filio allo re de Pulia. (Et) dicono alcu(n)i ch(e) l’ang(e)lo ve(n)ne ad co/mandar(e) allo dicto jnp(er)atore ch(e) no(n) si ’nde devesse più jnpaczar(e), (et) ch(e) de- vesse re(n)der(e) / lo jnp(er)io allo io- vene re de Pulia, (et) q(ue)sto foy facto p(er)ò ch(e) li francisci no(n) ajutava(n)o più l’italia(n)j. / In quella manera ch(e) vi dico ve(n)ne lo jnp(er)o all’italianj, donde lu iobene si fo sing(no)re. / (Et) app(re)sso a ·lluy foru ci(n)cu alt(ri) Lu- ysi tucti sing(no)rj, p(er) finj allo tempo de Beligero (et) Habero / suo filiolo, li quali forono li dericti jnp(er)aturi ta- lianj; et ch(e) uno alt(ro) Acapito si (com)bactìo p(er) pu/tire piliar(e) p(er) la Mais pour çou ke les guerres crurent diversement en Ytalie, et ke li empe- reour ki estoient françois n’aidoient mie les romains contre les lombars et contre les autres ki les damagoient sovent et menu, avint il ke par sentence de ro- mains la dignité de l’empire fu tolue as françois et revint as ytaliiens ; dont li premiers fu Loys le joene, ki estoit fiz au roi de Puille et de sa feme, ki fu fille Loys, de qui l’istore parole ce devant. Et dient li plusor que uns angeles co- manda au desrenier roi des françois ki fu empereor k’il ne s’entremeist jamés de l’empire as romains, et k’il le quitast au joene roi de Puille ; et sor ce fu sen- tence fermee por ce ke li françois n’aidoient les romains ne ne deffen- doient l’empire contre les ytaliiens ne attribuibili a Brunetto [...] sono, dal punto di vista ecdotico, «buone lezioni»” (P. G. Beltrami, Per il testo del Tresor, cit., p. 969, n. 20). 25 P. G. Beltrami, Per il testo del Tresor, cit., p. 967. Lo studioso non giunge ad escludere aprioristicamente la paternità brunettiana dell’aggiunta storica, pur rilevando che “se è di Brunetto, questo testo dimostra un radicale mutamento d’opinione sulla forma da dare alla sua opera” (Ibid.).
Anteprima della tesi: Brunetto Latini - ''Tresor'' - Volgarizzamento di Bono Giamboni - Adattamento salentino, Pagina 8

Preview dalla tesi:

Brunetto Latini - ''Tresor'' - Volgarizzamento di Bono Giamboni - Adattamento salentino

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Laura Annalisa Lucchi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Rosa Anna Greco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 936

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brunetto
filologia
francese
latini
manoscritto
tresor

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi