Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Controllo cinematico di un plotone di veicoli autonomi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

__________________________________________________________________________ 9 Si parla di sistemi bottom-up quando il comportamento globale emerge dall’interazione di molti agenti autonomi. Si parla di sistemi top-down quando il comportamento globale è progettato dal programmatore e rigidamente rafforzato dalla struttura complessiva del sistema. Miller è stato tra i primi ad ipotizzare l’applicazione di più robot mobili per missioni planetarie. In questo lavoro Miller asserisce che gruppi di più robot autonomi hanno molti vantaggi, come il basso costo, piccole dimensioni, efficacia, rispetto a robot più grandi. Miller ipotizza per questi robot un’architettura behavior, intravedendo la necessità dell’uso di riferimenti radio fissi e della selezione di un leader per la coordinazione del gruppo. Miller insieme ad altri [Arkin, 1993; Parker 1993] intravide la necessità dell’uso della comunicazione tra i robot al fine di migliorare le prestazioni del sistema complessivo.

Anteprima della Tesi di Giacomo Grecomoro

Anteprima della tesi: Controllo cinematico di un plotone di veicoli autonomi, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Giacomo Grecomoro Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 889 click dal 03/03/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.