Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Argentina: la storia attraverso la macchina da presa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 La linea politica seguita dal suo successore, Justo, segue un liberalismo conservatore tradizionale, caratterizzato da una partecipazione limitata. La sua presidenza riceve l’appoggio dei conservatori e dei radicali antipersonalisti, ovvero il settore più conservatore della corrente radicale e del socialismo indipendente ovvero il settore più pragmatico del socialismo. Questa divisione che si struttura all’interno dell’esercito, in un certo senso si riflette nel mondo della politica: la presa del potere da parte delle forze armate ha origine proprio nelle divisioni presenti all’interno di una classe politica non ben strutturata che non era riuscita a garantire quell’ampia partecipazione popolare e che non si rispecchiava se non in limitati settori della società. 2.4 Le linee economiche: il prezzo di una rapida ripresa 10 Il merito del governo del generale Justo sta nella capacità di aver portato l’ Argentina fuori dalla crisi rapidamente (già nel ´33); infatti Pinedo, secondo ministro dell’ Economia di Justo, applica una politica economica innovatrice. Una sorta di Keynesianismo, ossia il puntare sulle opere pubbliche e sugli investimenti dello stato; si crea la Banca Centrale che gioca un ruolo essenziale come promotrice dell’attività economica in un momento di drastica recessione. Ma l’intervento dello Stato in Economia segue delle logiche molto più subdole: si limita a sostenere con i fondi pubblici gli interessi privati dei grandi gruppi economici, non considerando la fame e la disoccupazione che sopportava nel frattempo la maggioranza delle famiglie argentine. Un uso discrezionale dei fondi da parte del Governo che ha fomentato forme di corruzione e di affari poco puliti da parte dei protagonisti di questi anni. La maggior parte degli accordi partiva dai rappresentanti del governo e dai suoi funzionari. 11 10 Pigna, Felipe, Entrevista a Rosendo Fraga, in www.elhistoriador.com 11 Pigna, Felipe “Los negociados de la Década Infame”, www.elhistoriador.com

Anteprima della Tesi di Mariapiera Forgione

Anteprima della tesi: Argentina: la storia attraverso la macchina da presa, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Mariapiera Forgione Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4968 click dal 02/03/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.