Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ruolo della televisione nella socializzazione dei minori

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Capitolo 1 Le origini della televisione come mezzo di comunicazione di massa 1.1 Cenni storici sulla nascita della televisione L’immaginazione artistica è sempre stata al passo con i progressi della scienza, spesso anzi l’ha preceduta, anticipando l’invenzione di nuove macchine, ma soprattutto riuscendo a prevederne il bisogno e l’uso individuale o collettivo prima ancora che essi divenissero manifesti a livello sociale. Così anche per la televisione, incontriamo sogni e fantasie premonitrici di quanto poi si sarebbe realizzato. Nel 1879, la rivista britannica “Punch” pubblica un disegno in cui una coppia davanti al caminetto guarda una partita di tennis su uno schermo. Il francese Albert Robida nel 1882 disegna una serie di immagini che mostrano una famiglia in salotto impegnata a seguire una guerra lontana, oppure a frequentare corsi universitari a distanza, o a fare degli acquisti davanti ad un teleschermo. Ancora Robida scrive, nel 1883, un romanzo di fantascienza, “Ventesimo secolo”, nel quale immagina un convegno per la visione a distanza, chiamato "telefonoscopio". Tutto questo accade molto tempo prima che la televisione, dentro e

Anteprima della Tesi di Fabian Volti

Anteprima della tesi: Ruolo della televisione nella socializzazione dei minori, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Fabian Volti Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9571 click dal 04/03/2005.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.