Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progetto di capannoni industriali in zona sismica secondo nuova normativa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Progetto di capannoni industriali in zona sismica Capitolo Primo POLITECNICO DI TORINO 14 ¾ Onda S (onda secondaria): viaggia più lentamente dell'onda P ed inducono spostamenti puramente normali alla direzione di propagazione. Un generico elemento di volume attraversato da queste onde subisce una serie di successive distorsioni, conservando inalterato il proprio volume. Per questo motivo le onde S sono anche chiamate Onde di Taglio. - Onde di SUPERFICIE: si formano quando l’energia di vibrazione delle onde sismiche si propaga dagli strati profondi verso la superficie terrestre, sono più lente delle onde S. 2 .2. Terreno di posa Le forze sprigionate durante un terremoto, possono produrre frane, valanghe e smottamenti con danni, a volte, ben più gravi del sisma stesso; pericolo da non sottovalutare in alcune zone ove sono presenti terreni argillosi, per se stessi instabili. Un attento studio del terreno di posa, quindi, non è meno importante di quello dei terremoti, infatti, per un progettista è di grande importanza conoscere il comportamento, in caso di sisma, del lotto di terreno su cui si dovrà costruire un edificio. 2.3. Esame del suolo Attraverso la conoscenza geologica e tettonica del sottosuolo, nonché dello studio geomorfologico e topografico del suolo, si possono completare le mappe sismiche e, soprattutto, si può giungere a riconoscere differenze, anche all'interno di un territorio comunale (microzonazione sismica), al punto di comprendere che lo spostamento delle fondazioni di un edificio, anche di qualche decina di metri, può assicurare maggiore tranquillità. Dette considerazioni, evidentemente, assumono particolare importanza, quando si tratta di insediamenti di strutture quali: ospedali, dighe, centrali termoelettriche, ecc.

Anteprima della Tesi di Dante Raffele

Anteprima della tesi: Progetto di capannoni industriali in zona sismica secondo nuova normativa, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Dante Raffele Contatta »

Composta da 358 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9908 click dal 30/03/2005.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.