Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Afghanistan dopo la caduta dei Talebani

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 l’Afghanistan è stato al centro del c.d. “Grande Gioco”, nel quale sia la corona inglese, sia la Russia zarista cercavano di contendersi l’influenza sul territorio afgano 1 . La popolazione, secondo una vaga stima, varia dai 22 ai 28.7 milioni 2 (una stima dell’ONU del 2003 calcola la popolazione residente in Afghanistan intorno ai 24 milioni 3 ), mentre circa 4 milioni di Afghani hanno trovato rifugio all’estero, in particolare in Iran e in Pakistan. Circa l’80% degli abitanti vive prevalentemente nella campagna 4 , mentre il restante 20% vive nelle città. Di queste, la più popolosa è la capitale Kabul, che secondo una stima ONU del 2000 ha 1.780.000 abitanti, seguita da Kandahar (226.000), Herat (177.000), Mazar- e-Sharif (131.000), Jalalabad (58.000) e Kunduz (57.000) 5 , anche se i dati di tutte queste altre città risalgono ad una stima ONU del 1988 e, pertanto, essi, non ci offrono alcuna certezza. Il tasso di crescita della popolazione, nel 2002, è stato stimato al 2,6% 6 , mentre l’aspettativa di vita media sia degli uomini che delle donne è di appena 43 anni 7 . Le due lingue più parlate sono il Dari (lingua di ceppo persiano) e il Pashto 8 , lingua della numerosa etnia Pashtun. Altre lingue di minore importanza vengono parlate dalle minoranze del paese. Etnicamente l’Afghanistan è un paese molto frammentato: l’etnia 1 Senza autore , “Country Profile: Afghanistan”, http://news.bbc.co.uk/1/hi/world/south_asia/country_profiles/1162668.stm, 4 Marzo 2004 2 dati forniti da U.S. Department of State, Bureau of South Asian Affairs in “Background note: Afghanistan”, www.state.gov/r/pa/ei/bgn/5380.htm, Gennaio 2004 3 Senza autore , “Country Profile: Afghanistan”, http://news.bbc.co.uk/1/hi/world/south_asia/country_profiles/1162668.stm, 4 Marzo 2004 4 William T. Loris, Andrea De Maio, “La ricostruzione dello stato di diritto in Afghanistan”, Itinerari d’impresa, Estate - Autunno 2003; articolo anche contenuto in Servizio Studi della Camera dei Deputati, “Afghanistan”,pag. 73, Camera dei Deputati, 15 Marzo 2004 5 U.S. Department of State, Bureau of South Asian Affairs “Background note: Afghanistan”, www.state.gov/r/pa/ei/bgn/5380.htm, Gennaio 2004 6 U.S. Department of State, Bureau of South Asian Affairs “Background note: Afghanistan”, www.state.gov/r/pa/ei/bgn/5380.htm, Gennaio 2004 7 Senza autore , “Country Profile: Afghanistan”, http://news.bbc.co.uk/1/hi/world/south_asia/country_profiles/1162668.stm, 4 Marzo 2004 8 U.S. Department of State, Bureau of South Asian Affairs “Background note: Afghanistan”, www.state.gov/r/pa/ei/bgn/5380.htm, Gennaio 2004

Anteprima della Tesi di Stefano Severi

Anteprima della tesi: L'Afghanistan dopo la caduta dei Talebani, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Stefano Severi Contatta »

Composta da 243 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9065 click dal 07/03/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.