Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Antropologia Urbana e delle Società Complesse. Nuovi percorsi della ricerca antropologica contemporanea. Etnicità e razzismo nell'Inner City di Londra.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Ecco nelle parole dello stesso Gluckman la prospettiva generale di tutta l'operazione : "I must emphasize that I do not view the social processes at work as entirely disintegrative ...My whole formulation of the problem depends on the recognizing that there is a Central African Society of heterogeneous culture-groups of Europeans and Africans, with a defined social structure and norms of behaviour , though it has many conflicts and maladjustaments." (Gluckman 1945, Seven Year Research Plan ,cit.in Kuper 1983:149). L'importanza del progetto di Gluckman è riconosciuta anche da due "interpretativisti" come Marcus e Fisher, che tuttavia risparmiano critiche su risultato finale che il Plan avrebbe dovuto raggiungere: la comprensione di un "sistema complesso" rappresentato dalla società Centro-Africana degli anni '40: "For instance ,the Seven Year Plan, composed by Max Gluckman for the Rhodes Livingstone Institute in 1940, proposed a series of studies of different tribal economies and the effects of the colonial system on them. The composite result was to have been a detailed comprehnsion of the regional integration and variation of the Northern Rhodesia. The achievment of this composite view proved to be weak part of the project; making systematic connections was left to individual readers of the separate studies"(Marcus e Fisher 1986:91). Il lavoro della Scuola di Manchester rappresenta comunque il corpus etnografico più consistente prodotto in un ambiente urbano da antropologi, se escludiamo il lavoro della prima scuola di Chicago (Hannerz 1980). Lo studio delle dinamiche di trasformazione delle società africane contemporanee, comportava necessariamente un' attenta considerazione delle città e in particolare del tipo di relazioni sociali che si producevano all'interno di essa. Le città studiate dalla scuola di Manchester erano le città minerarie della Copperbelt ,nate dall'espansione e dallo sviluppo del sistema coloniale britannico. Queste città composte in prevalenza di immigrati delle zone rurali circostanti che venivano impiegati come manodopera , erano un ottimo laboratorio , in cui osservare i processi di trasformazione e di passaggio da un economia di tipo tribale a quella di mercato e industriale basata su forme di insediamento di tipo urbano. Nella classificazione delle città africane di Aidan Southall, esse ricadono nella categoria B, distinte da quelle di tipo A (Southall 1961). Le città di tipo A sono di solito di antica

Anteprima della Tesi di Vincenzo Bitti

Anteprima della tesi: Antropologia Urbana e delle Società Complesse. Nuovi percorsi della ricerca antropologica contemporanea. Etnicità e razzismo nell'Inner City di Londra., Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Vincenzo Bitti Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9467 click dal 14/03/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.