Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione digitale dei diritti sulle proprietà intellettuali: la vendita di musica online

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Ancora, nessuno di questi sistemi interoperabile: senza uno standard, gli utenti saranno costretti a scaricare nuovi programmi per ogni versione di DRM, e questo continuo aggiornamento difficilmente accettabile dall utente medio. 2.1. I sistemi DRM Il DRM (Digital Rights Management, o gestione digitale dei diritti) un insieme di tecnologie volte a gestire e proteggere contenuti tutelati dai diritti di copyright, ed impiegate per controllarne distribuzione e utilizzo. In effetti, le tecnologie DRM mirano a gestire non tanto i diritti sui contenuti, quanto i permessi di utilizzo; in quest accezione, l acronimo DRM viene inteso come Digital Restrictions Management . Gli strumenti per il DRM devono essere sufficientemente flessibili da coprire il pi vasto bacino di utenza possibile: infatti, i consumatori vogliono ottenere value for money e facilit d uso dei media, mentre i fornitori di contenuti vogliono pi sicurezza e pi ricavi (cio pi copie distribuite), possibilmente utilizzando strumenti semplici da usare e che coprano la pi vasta gamma di possibilit (ad esempio, diritti d uso diversificati per fascia di utenza. Gli attuali strumenti DRM si affidano in maniera rilevante alla cifratura del contenuto ed al controllo delgi accessi; questa pratica ha limitato il loro utilizzo in tutti i contesti in cui sia importante la pi vasta fruibilit del contenuto, come ad esempio nelle biblioteche online. L architettura funzionale basilare di un sistema DRM pu essere suddivisa in tre aree: la creazione del contenuto, la gestione del contenuto e l uso del contenuto. L area di creazione del contenuto (content creation) coincide con lo sviluppo del media che incorpora l opera e con la definizione dei diritti sul contenuto. L area di gestione del contenuto (content management) cura la distribuzione del contenuto e la cessione dei diritti. Infine, l area di utilizzo del contenuto (content usage) preposta a controllare che i diritti sull opera siano rispettati.

Anteprima della Tesi di Leonardo Scattola

Anteprima della tesi: Gestione digitale dei diritti sulle proprietà intellettuali: la vendita di musica online, Pagina 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Leonardo Scattola Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2451 click dal 09/03/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.