Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi di una comunità virtuale: il caso Extremelot

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Introduzione Il mio interesse nella comunità virtuale di ExtremeLot è nato nel 2000, in seguito al mio ingresso nella cittadina, grazie all’invito all’analisi di un sito per l’esame di editoria multimediale. ExtremeLot è una cittadina virtuale. E’ un punto di incrocio tra la Chat e il MUD e di questi preserva i meccanismi che più tendono a coinvolgere gli utenti. Allo stesso tempo, è un gruppo commerciale e un insieme di persone reali che si incontrano e giocano. Con il trascorrere dei mesi mi sono così trovata a muovere sylene, il mio personaggio virtuale, ed ad interrogarmi rispetto alle dinamiche psicologiche di questo mio coinvolgimento. Ho trascorso gli ultimi due anni nel Granducato medieval-fantasy occupando posti di rilievo che mi hanno permesso di indagare nel profondo i suoi meccanismi di interazione e di costruzione. Ho partecipato a numerosi Raduni reali tra giocatori, meravigliandomi sempre più del legame che unisce così tante e diverse persone, che altrimenti non avrebbero mai avuto modo di conoscersi. Da qui è nata l’idea di occuparmi delle caratteristiche specifiche di quella che, con l’andare del tempo, è diventata una comunità di oltre 26mila abitanti, con le sue norme sempre più complesse, con i suoi incontri virtuali che diventano sempre più reali, con le sue specificità linguistiche. Soprattutto, la sensazione di essere entrata in un meccanismo che coinvolge molto più della semplice Chat e dal quale è molto difficile staccarsi, mi ha posto in maniera decisamente critica rispetto alle dichiarazioni di dipendenza di svariati utenti. Tale spunto è stato l’input per ideare un questionario di oltre 100 domande, che ho portato ad un Raduno Ufficiale della comunità nel giugno 2002 e ho chiesto di compilare online alla popolazione della cittadina non presente a tale incontro. La risposta degli utenti è stata molto forte e affettuosa: in due settimane ho raccolto 500 questionari, una cifra che credevo irraggiungibile.

Anteprima della Tesi di Claudia Ambrosini

Anteprima della tesi: Analisi di una comunità virtuale: il caso Extremelot, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Claudia Ambrosini Contatta »

Composta da 214 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8823 click dal 10/03/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.