Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La pragmatica linguistica. Austin e Grice

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I.L'azione del linguaggio 10 “La tesi centrale dei filosofi di Oxford è espressa dallo slogan Meaning is Use (“il senso è l’uso”): descrivere il senso di una parola consiste nel precisare il suo modo di impiego, e nell’indicare quali sono gli atti di linguaggio che permette di compiere” 8 Caposcuola della filosofia analitica dell’università di Oxford, fu notoriamente Austin ,che nel suo libro Come fare cose con le parole considera il termine “uso” ambiguo e vasto, e allo stesso modo nega che il significato di una espressione sia la cosa più importante, e si mostra avverso alle questioni più generali, mentre tende a ricondurre tutto a problemi singoli e specifici. “Si potrebbe cioè dire che per lui (N.d.T. Austin) l’ancoraggio ai significati concreti delle parole specifiche esercita la stessa funzione che ha la forza di gravità nell’impedire che chi si trova sulla crosta terrestre possa sfuggire nello spazio. Quell’ancoraggio linguistico concreto impedisce cioè che i discorsi si perdano nel vuoto di entità fittizie come concetti, universali, immagini. Invece per Austin l’ubi consistam del significato, che lo preserva da dibattiti inconcludenti e insensati, è dato sempre dalla sua connessione con parole particolari.” 9 La “svolta linguistica” della filosofia analitica inglese, del secondo dopo guerra, fa parte di un processo più vasto che, da un’analisi degli usi cognitivi del linguaggio, si sposta ad un’analisi pragmatica, e pone le basi per il problema delle “funzioni”. La distinzione di base che si sviluppa, non è più tra usi cognitivi ed usi pratici del linguaggio, ma tra i diversi tipi di attività e di azioni per cui si può affermare che parlare è agire, ,ed è esercitare attività linguistiche, ed è questa la tesi principale di Austin. " Lo scopo dell'analisi austiniana era quello di affinare i nostri strumenti linguistici per arrivare ad una migliore comprensione del mondo cui il linguaggio si riferisce: Il suo 8 Ducrot ,Oswald e Todorov ,Tzvetan , 1972, pag. 108

Anteprima della Tesi di Sabrina Titone

Anteprima della tesi: La pragmatica linguistica. Austin e Grice, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Sabrina Titone Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 36952 click dal 11/03/2005.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.