Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Telestreet: Il vero elisir della libertà di comunicazione?

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 INTRODUZIONE Quali sono state le motivazioni che hanno avvicinato moltissimi giovani tra i quali molti studenti di Scienze della Comunicazione, di ogni parte d’Italia, al progetto delle televisioni di strada ? E che cos’è la televisione di strada intesa come possibilità di sperimentare una comunicazione non contaminata dal classico linguaggio mediatico del sensazionalismo a tutti i costi ? Quali sono i rischi che questo tipo di telecomunicazione prevede sia in termini economici che giuridici ? Quali prospettive può rappresentare il fenomeno del mediaattivismo sia sul piano sociale che dello sviluppo di nuovi linguaggi ? E quali prospettive o centralità può avere la tv comunitaria nel nostro futuro ? Partendo dall’identikit e dall’analisi di una telestreet “doc“ come può essere considerata Orfeotv (la madre di tutte le tv di strada), ho cercato di rispondere a queste domande anche se la ricerca ,per la natura stessa del fenomeno,così fluttuante e controverso non è stata nè facile né agile. Nonostante ciò credo che il lavoro possa rappresentare almeno una sintesi ed un punto di partenza per una considerazione più ampia e futura di questo fenomeno controverso. Come punto di partenza mi è parso importante, fornire un parallelo storico delle microtv con le radio libere anch’esse nate e animate dalla stessa voglia di libertà di comunicazione degli anni ’70. Il mediattivismo internazionale e locale come pure la creatività degli hackers fa parte degli argomenti trattati nel capitolo 3 dove ho voluto allargare il focus dell’indagine al variegato mondo degli attivisti che utilizzano i filmati e la rete per le loro forme di protesta incluse quelle contro i media generalisti. Ampio spazio nel capitolo 4 è stato dato all’esposizione delle tecniche di utilizzo della rete come archivio telematico dei filmati e come luogo dove sperimentare la condivisione dei saperi senza copyright per chi non persegue scopi commerciali.

Anteprima della Tesi di Gabriele Giangiacomi

Anteprima della tesi: Telestreet: Il vero elisir della libertà di comunicazione?, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Gabriele Giangiacomi Contatta »

Composta da 185 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2418 click dal 11/03/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.