Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Telestreet: Il vero elisir della libertà di comunicazione?

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 1.3.1 Estratto dall’Intervento dell'Avv. Marco Rossignoli, Coordinatore nazionale dell’Associazione Aeranti- Corallo 5 al Forum sulla televisione digitale terrestre (Roma, 28 ottobre 2003) (…….Un altro tema di forte attualità, molto sentito nel settore, è quello delle cosiddette “Tv di strada”, cioè di quelle TV che stanno attivando le proprie trasmissioni in molte parti d’Italia senza essere in possesso di concessione o autorizzazione. L’apertura di queste emittenti non deve essere sottovalutata come diversamente, forse, sta accadendo. Infatti, l’attività delle tv di strada oltre ad essere illegittima perché in contrasto con l’art.195 del Codice Postale che vieta l’attività televisiva senza concessione o autorizzazione, causa grave danno a coloro che operano legittimamente che si trovano spesso a subire situazioni interferenziali alle proprie trasmissioni. Tale situazione, peraltro, rischia di causare rilevanti difficoltà tecniche per la transizione al digitale. Infatti, le emissioni in analogico dei canali delle tv di strada interferiranno e ostacoleranno l'attivazione degli impianti digitali. Inoltre la circostanza che le TV di strada possano, in ipotesi, raccogliere pubblicità costituisce concorrenza sleale nei confronti degli editori televisivi locali titolari di concessione o autorizzazione che, tra l’altro, corrispondono allo Stato il canone di concessione e le tasse di concessione governativa e sono sottoposti a obblighi, adempimenti e controlli connessi con il suddetto titolo concessorio e/o autorizzatorio. E' notizia di questi giorni che vi sono addirittura enti locali che sostengono alcune tv di strada. 5 Associazione che nelle marche rappresenta la quasi totalità delle imprese radiotelevisive locali oltre a quelle radiofoniche, satellitari, via internet, agenzie di informazione radiotelevisiva e, concessionarie pubblicitarie radiotelevisive.

Anteprima della Tesi di Gabriele Giangiacomi

Anteprima della tesi: Telestreet: Il vero elisir della libertà di comunicazione?, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Gabriele Giangiacomi Contatta »

Composta da 185 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2418 click dal 11/03/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.