Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli lineari e non lineari di partizione cocleare: loro realizzazione con filtri ad onda

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.3 Orecchio interno 7 L’organo del Corti, cos´ı chiamato in onore di Alfonso Corti che lo scopr´ı e lo studio´ nel 1847, e` una struttura cellulare, ancorata alla membrana basilare, formata da una lunga schiera di moduli affiancati tutti simili fra loro (la coclea umana ne contiene ∼ 3500). Ogni modulo contiene due tipi di cellule: cellule sensoriali e cellule di supporto. Le cellule sensoriali (figura 1.6) sono anch’esse di due tipi: cellule ciliate interne (IHC, inner hair cells) e cellule ciliate esterne (OHC, outer hair cells); in ogni sezione radiale di coclea vi sono tre file di cellule ciliate esterne ed una fila di cellule ciliate interne. Ogni cellula sensoriale e` in contatto con diversi tipi di cellule di supporto: le cellule pillari interne ed esterne separano le OHC dalle IHC, le cellule di Deiters collegano le cellule ciliate esterne alla membrana basilare. Le cellule di Deiters si comportano come un cuscinetto viscoelastico che trasmette le forze esercitate dalle cellule ciliate. La viscosita` fa in modo che le forze rapidamente variabili siano trasmesse meglio di quelle lente. Questo curioso comportamento ha grande importanza nell’amplificazione delle vi- brazioni acustiche perche´ viene a compensare la minore risposta delle cellule motrici agli stimoli di alta frequenza. Le OHC sono localizzate verso l’esterno rispetto all’asse della chiocciola; queste cellule sono i motori elettromeccanici che amplificano le oscillazioni della coclea. Contraendosi o dilatandosi, fanno leva sull’organo di Corti cos´ı da generare forze capaci di ridurre la resistenza viscosa della partizione cocleare. In questo modo le oscillazioni elastiche della membrana basilare tendono a persistere, come succede alle corde di una chitarra elettrica. In certi casi la viscosita` puo´ essere addirittura sovracompensata determinando l’innesco di oscillazioni spontanee. Alcuni acufeni all’orecchio hanno questa origine. Esse formano dunque il motore dell’amplificazione cocleare. Queste cellule sono in contatto con terminazioni nervose che solo in minima parte

Anteprima della Tesi di Antonello Mastropaolo

Anteprima della tesi: Modelli lineari e non lineari di partizione cocleare: loro realizzazione con filtri ad onda, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Antonello Mastropaolo Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1848 click dal 14/03/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.