Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il dumping e l'antidumping nell'Organizzazione Mondiale del Commercio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

economicamente più forti nonché più difficilmente controllabile nel complesso. La crisi sofferta negli anni '30 inoltre (considerata una delle cause fautrici di quel clima che portò poi alla seconda guerra mondiale) aveva diffuso la fondata convinzione della necessità di una cooperazione politica pacifica tra gli Stati, da ricercare in una crescita internazionale comune sulla base di principi democratici ispirati al liberismo ed alla ricerca della migliore allocazione delle risorse. L’assenza di tale cooperazione infatti facilitò a parere di molti l’esasperazioni di nazionalismi e politiche autarchiche, con il conseguente aggravamento delle crisi economiche già in atto. 18 La collaborazione economica multilaterale si sviluppò pertanto alla fine della guerra, su iniziativa anglo-americana, e come reazione al precedente protezionismo nonché esorcismo verso quelle condizioni che ne erano state causa scatenante. L'ideologia preminente vedeva pertanto un ritorno al liberismo economico (sulla base dei principi in voga nel diciannovesimo secolo), in special modo nel richiamo alla teoria del Vantaggi Comparati sulle cui fondamenta la divisione internazionale del lavoro avrebbe dovuto portare la massimizzazione del benessere di ciascun Paese coinvolto. Tale orientamento generale era però mitigato dalle più recenti dottrine economiche, che vedevano la necessità di interventi governativi per motivi sociali e politici al di fuori dell'orizzonte economico, e per correggere eventuali imperfezioni nel mercato e favorire una politica di occupazione e crescita stabile del reddito 18 L’eccessiva necessità di intervento dello Stato nel sistema produttivo con un approccio neutrale e protezionista si rifletté peraltro, oltre che in una famosa politica di appalti pubblici, in una forzata industrializzazione pesante e conseguentemente una corsa agli armamenti. 11

Anteprima della Tesi di Alessandro Braccini

Anteprima della tesi: Il dumping e l'antidumping nell'Organizzazione Mondiale del Commercio, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Braccini Contatta »

Composta da 391 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7810 click dal 20/09/2005.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.