Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Tutela del Paesaggio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 una propria immagine sul territorio e nell’ambiente. Conseguentemente, la valutazione sul bene paesaggistico è da sempre ontologicamente soggettiva. Tale sofisticata relazione caratterizza specificamente il bene paesaggio indirizzando l’evoluzione della legislazione di tutela ad una concezione che rispecchia sempre una modalità d’essere dell’uomo. Alla luce della Convenzione Europea sul Paesaggio 1 e degli ultimi studi scientifici in materia, si è arrivati a definire tale relazione complessa in termini di immagine unitaria ed integrata delle dimensioni naturale–morfologica, storico– culturale e percettivo- simbolica. In tal senso, il paesaggio è generalmente considerato come interrelazione tra componenti fisico-ambientali tendenzialmente invariabili - sistemi morfologici ed ecologici -, segni e permanenze della storia, nonché fattori connessi ai valori sociali, percettivi, estetici, immaginari e simbolici che le popolazioni locali hanno assunto come luogo di identificazione collettiva 2 . Per avere una rappresentanza idonea del valore paesaggistico, in modo da poter concepire un intervento legislativo efficace, è necessario, dunque, identificarlo, articolarlo e descriverne la razionalità degli elementi. Ne deriva una tutela giuridica volta oggi ad indirizzare l’azione dell’uomo sui fattori del paesaggio, prevedendone cambiamenti e dinamiche future. Il percorso evolutivo della concezione della tutela del paesaggio ha un carattere progressivamente speculativo, che implica una maggiore capacità di approfondimento e di analisi. Nella prima legge sul paesaggio, la L. n. 1497/39, recante: “Legge sulle bellezze naturali”, la tutela si espletava nei confronti degli ambiti paesaggistici di tipo naturale e storico rilevanti dal punto di vista estetico. La non ancora maturata cognizione della complessa problematica ambientale indirizzò il legislatore a riconoscere come valore meritevole di tutela esclusivamente 1 La Convenzione Europea del Paesaggio, adottata dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa il 19 luglio 2000, è stata aperta alla firma il 20 ottobre 2000. La Convenzione è stata firmata dai Ministri competenti per il paesaggio dei paesi membri del Consiglio d’Europa. L’attuazione della convenzione sarà seguita congiuntamente dai comitati intergovernativi. 2 Come, per esempio, i luoghi in cui le collettività festeggiano il loro patrono o dove, attraverso produzioni locali o tipiche, hanno impresso una particolare connotazione al territorio.

Anteprima della Tesi di Francesca Chiavarone

Anteprima della tesi: La Tutela del Paesaggio, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesca Chiavarone Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15263 click dal 16/03/2005.

 

Consultata integralmente 41 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.