Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ingegneria del traffico nelle reti MPLS

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Ingegneria del traffico nelle reti MPLS Federico Senaldi 2 non è limitato ad un particolare protocollo, può supportare varie applicazioni e può essere esteso a differenti tipologie di prodotto. Con il tradizionale instradamento un pacchetto è inoltrato attraverso una rete passo a passo confrontando in ogni router l’indirizzo di livello 3 di destinazione con la tabella di instradamento per ottenere la porta di uscita verso il nodo successivo. Quindi ogni router, quando è attraversato da un pacchetto, deve effettuare una ricerca della strada migliore basandosi sull’indirizzo di livello 3 di destinazione presente nell’IP header. Di conseguenza, per quanto riguarda gli indirizzi di livello 2, quello di destinazione viene sostituito con quello del router del passo successivo, mentre quello di origine viene sostituito con l’indirizzo del router corrente. Gli indirizzi di livello 3, invece, vengono lasciati inalterati in modo tale che il router del passo successivo possa effettuare nuovamente la ricerca della strada migliore. Questo procedimento deve essere ripetuto ad ogni passo fino a portare il pacchetto alla sua destinazione finale. E’ chiaro quindi come diventi particolarmente oneroso in termini computazionali dover effettuare la procedura sopra descritta per ogni pacchetto, soprattutto in quei router situati nelle backbone che devono gestire ingenti quantità di traffico. Di conseguenza per ridurre la complessità è stato introdotto l’MPLS che consente di inoltrare pacchetti ad una velocità molto superiore. L’MPLS combina la velocità e le prestazioni del livello 2 con la scalabilità e l’intelligenza IP del livello 3. I router situati ai bordi della rete (LER, label edge router) associano le etichette ai pacchetti basandosi su delle classi di equivalenza di inoltro (FEC, forwarding equivalence class). I pacchetti vengono poi inoltrati attraverso la rete in base alla loro FEC associata e si vedono scambiare le etichette da parte dei router presenti nel centro della rete (LSR, label switch router). L’idea più importante è che aggiungendo semplicemente un’etichetta, i LSR sono in grado di commutare un pacchetto in modo molto più efficiente rispetto a ciò che succedeva con l’instradamento tradizionale. La forza dell’MPLS risiede inoltre nel fatto che l’analisi dell’header dei pacchetti IP viene effettuata solo una volta all’ingresso del dominio MPLS, consentendo la possibilità di applicare tecniche di ingegneria del traffico atte a migliorare la qualità della singola connessione e l’efficienza dell’intera rete.

Anteprima della Tesi di Federico Senaldi

Anteprima della tesi: Ingegneria del traffico nelle reti MPLS, Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Federico Senaldi Contatta »

Composta da 55 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3791 click dal 15/03/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.