Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Destini incrociati: Italo Calvino e gli scrittori americani postmodern

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 personaggio “di uno straordinario cinismo, di una crudeltà formidabile”. Lingua, cinismo, crudeltà: di fronte allo scalpore destato da un romanzo come Lolita, non è difficile immaginare quale carica eversiva contenesse questa miscela negli anni ’50 e ’60. Nabokov mostra ai suoi lettori innanzi tutto il potere della lingua (si pensi ai divertenti misunderstandings causati dall’inglese imperfetto di Pnin, alla vacuità illustrata dallo slang giovanile parlato da Lolita, all’operazione di arbitraria interpretazione – quasi una manipolazione – di un poema al centro di Pale Fire): nelle mani di uno straniero, la lingua inglese diventa uno strumento ricco e preciso - come già seppe fare attraverso la penna dell’emigrato polacco Conrad - svelando tutto il proprio potenziale eversivo. Quel che Nabokov mostra alla generazione seguente è una sorta di “heart of darkness” al centro della lingua, una riserva vergine di puns, nonsenses, doppi sensi, capaci di produrre effetti dirompenti. Basta leggere poche pagine dello scrittore russo per convincersi in tal senso: l’uso di una ricca (e talora anche desueta) aggettivazione è insistito fino a sottolineare la vacuità di una realtà che nessun aggettivo può davvero

Anteprima della Tesi di Andrea Luppi

Anteprima della tesi: Destini incrociati: Italo Calvino e gli scrittori americani postmodern, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Andrea Luppi Contatta »

Composta da 277 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4823 click dal 16/03/2005.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.