Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le rappresentanze sindacali unitarie nel lavoro privato e pubblico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

22 dalla presenza di una forte eterogeneità di posizioni professionali, è stato ulteriore fattore di crisi sindacale. La crisi del sindacato confederale si è manifestata col sorgere di coalizioni di base in contrapposizione alle tradizionali organizzazioni sindacali. La congiuntura economica alla fine degli anni ’70 si è mostrata sfavorevole, costringendo il sindacato ad interrompere la politica di rivendicazioni acquisitive, ed innestando contemporaneamente processi di riconversione e ristrutturazione aziendale collegati alla crisi economica. L’effetto negativo sul sindacato e stato provocato dal suo coinvolgimento nella gestione delle crisi aziendali, cui il legislatore ha trasferito sul sindacato la responsabilità di tutelare i diritti individuali e l’equa distribuzione dei sacrifici imposti dalle crisi aziendali sui lavoratori attraverso la tecnica del “garantismo collettivo.” 2 Se le ragioni economiche sono quelle di maggiore importanza, non mancano motivazioni sociologiche che hanno influito sulla crisi sindacale, nel senso di aggiungere all’esigenza di tutela degli interessi tradizionali la necessità di rappresentare anche altri interessi. Basti ricordare i mutamenti antropologici che hanno interessato la figura del lavoratore. Il modello tradizionale di lavoratore maschio, dipendente a tempo pieno e con rapporto a tempo indeterminato in un’impresa medio- grande sino al raggiungimento dell’età pensionabile è diventato 8 “Legge continua a garantire ai lavoratori alcune tutele, ma contemporaneamente, attribuisce alle parti sociali, attraverso la contrattazione collettiva, la possibilità di apportarvi deroghe quando ciò sia ritenuto dalle stesse necessario per consentire alle imprese di mantenere la propria competitività su mercati sempre più concorrenziali e difendere così i livelli occupazionali, ovvero la legge si limita a regolare una materia in linea di principio, attribuendo al contratto collettivo il compito di integrarla” v. Giugni, Diritto Sindacale, Cacucci Editore, Bari, 2002, p. 21.

Anteprima della Tesi di Luciana Riccardo

Anteprima della tesi: Le rappresentanze sindacali unitarie nel lavoro privato e pubblico, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luciana Riccardo Contatta »

Composta da 382 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10149 click dal 21/03/2005.

 

Consultata integralmente 82 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.