Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Interazione uomo computer nello spazio virtuale tridimensionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. Definizione di interfaccia 1. Definizione di interfaccia Il termine interfaccia deriva dal latino, inter facies, che significa tra le facce. Nasce in contesti del tutto estranei all’informatica e alle scienze umane; esso ha inizialmente a che fare con la chimica, la fisica, la meccanica e indica il punto di contatto, di trasmissione tra due o più elementi. Applicata successivamente all’interazione uomo-calcolatore, l’interfaccia indica all’inizio le parti dell’hardware che permettono di interagire con il calcolatore, poi acquisisce un significato più forte, oggi più diffuso, indicando anche le modalità di presentazione delle informazioni sullo schermo. Secondo Anceschi quindi : “Il computer deve rappresentare se stesso all’utente in modo che egli possa comprenderlo e la realizzazione delle sue potenzialità dipende soprattutto dalla sua capacità di auto-rappresentarsi e di creare uno spazio di azione in cui l’utente possa inserirsi facilmente. L’interfaccia è quindi l’insieme dei dispositivi materiali e concettuali mediante i quali entriamo in relazione con computer. Essa è il “mediatore” della comunicazione tra individuo ed elaboratore, è lo strumento attraverso il quale avviene l’interazione. L’interfaccia è insieme organo dell’interazione e luogo dell’interazione.” 4 Da questa citazione si capisce che l’interfaccia è uno strumento per il fare, ma anche uno spazio in cui agire. Brenda Laurel afferma: “Quando il concetto di interfaccia cominciò ad emergere essa era comunemente riconosciuta come insieme di hardware e software attraverso i quali un uomo e un computer potevano comunicare. Quando essa si è evoluta il concetto ha cominciato a includere anche aspetti cognitivi ed emotivi dell’esperienza dell’utente. 4 Giovanni Anceschi, Il progetto delle Interfacce, Domus Academy Edizioni, Milano 1993 1

Anteprima della Tesi di Michele Martino

Anteprima della tesi: Interazione uomo computer nello spazio virtuale tridimensionale, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Design e Arti

Autore: Michele Martino Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5699 click dal 24/03/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.