Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Interazione uomo computer nello spazio virtuale tridimensionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2. Design dell’Interfaccia 2. Design dell’Interfaccia La tecnologia dei computer pone una nuova sfida all’Industrial Designer. L’interazione uomo-computer rappresenta la comunicazione tra due sistemi molto diversi. Prendendo in esame il sistema computer è possibile osservarlo da due punti di vista complementari, ma abbastanza differenti. In primo luogo lo possiamo considerare essenzialmente come un medium, che si occupa di fornire l’informazione senza apportarne alcuna modifica (ad esempio un testo scritto posto all’attenzione del lettore). In secondo luogo possiamo considerare il computer come uno strumento che filtra l’informazione consentendo all’utente di diventare parte attiva della comunicazione (ad esempio la TV interattiva che consente all’utente di interagire con i programmi). Il designer di sistemi basati su computer può quindi interpretare il suo lavoro in modo molto diverso, a seconda che ponga l’accento sul primo o sul secondo aspetto. Se si considera il computer principalmente come un nuovo medium, si porrà enfasi nella progettazione della struttura dell’informazione, che attraverso questo medium è presentata all’utente; se invece si considera il computer come uno strumento, l’attenzione verrà posta sulle modalità attraverso cui l’utente può “accedere”, “usare” e “interagire” con queste informazioni. Nel primo caso il progettista sarà in qualche modo assimilabile ad un “redattore”; nel secondo caso invece a un vero e proprio Industrial Designer, progettista di nuovi strumenti. A questa “nuova” figura professionale, identificabile con il termine di Virtual designer 8 , i software e il web forniscono grandi possibilità e permettono grande libertà creativa. Non più vincolato dalle leggi della meccanica, della statica, dell’elettricità, dalle caratteristiche dei materiali utilizzati, dai processi industriali di produzione, il nuovo designer ha come unici vincoli la necessità che il comportamento degli “oggetti” progettati possa essere descritto in qualche linguaggio di programmazione (supportato dalla tecnologia attuale) e la necessità che il nuovo “prodotto” (interfaccia) comunichi e si adatti nella maniera più coerente possibile al linguaggio e ai bisogni dell’utente. In altre parole, nella creazione di 8 Prof. Davide Borra, art. Faremo a meno del “Virtual Designer?” pubblicato sul sito: www.mimos.it 4

Anteprima della Tesi di Michele Martino

Anteprima della tesi: Interazione uomo computer nello spazio virtuale tridimensionale, Pagina 7

Laurea liv.I

Facoltà: Design e Arti

Autore: Michele Martino Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5699 click dal 24/03/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.