Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie di internazionalizzazione e la competitività dell'est europa nel settore abbigliamento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 vicine ed economicamente interdipendenti che ha dato vita a veri e propri blocchi economici continentali. Questa regionalizzazione dell’economia mondiale trova la sua massima espressione negli accordi regionali di libero scambio in cui vengono privilegiati i rapporti commerciali tra i Paesi membri attraverso sistemi tariffari preferenziali ed una libera circolazione di merci e capitali. Esempi in tal senso sono il NAFTA (Nord Atlantic Free Trade Agreement), la UE (Unione Europea) e l’ASEAN (Associazione dei Paesi del Sud-Est asiatico) prossima a diventare AFTA (Asean Free Trade Association) nel 2003, rappresentanti rispettivamente il continente americano, europeo e asiatico. In un tale contesto vi sono poche speranze che le disomogeneità di ricchezza tra le diverse regioni del mondo possano essere appianate; ad una società ricca è necessaria l’esistenza di una società povera su cui fondare il suo benessere. Il problema della Globalizzazione e delle su conseguenze in campo economico è stato trattato anche da Vaccà 3 . Secondo i suoi studi, la globalizzazione dell'economia sta ad indicare una profonda trasformazione, che si è avuta a partire dagli anni '80, nei rapporti fra i sistemi economici e le rispettive strutture produttive. Ciò che si viene a creare, infatti, è un confronto competitivo-cooperativo che rende le economie nazionali sempre più interdipendenti, ossia il loro successo economico, la loro crescita sono, di fatto, sempre più il risultato di processi interattivi che tendenzialmente rendono sia il sistema economico sia le imprese sempre meno in grado di operare secondo una logica di autosufficienza. Il Vaccà affronta il problema spinoso del perché i processi di internazionalizzazione basati sull'integrazione verticale ed orizzontale abbiano lasciato il passo a quelli basati sull'interazione cooperativa fra l'impresa e le altre imprese ed il contesto socio- culturale ed istituzionale.Tre aspetti possono essere assunti come indicatori di una trasformazione fondamentale dei rapporti tra impresa e ambiente in tutto il mondo capitalistico: Il primo aspetto può essere definito come trionfo della diversità intesa quale modo naturale di essere dei processi produttivi, che tendono sempre più a differenziarsi e a radicarsi in contesti socio-culturali ed istituzionali diversi. Il mutamento dei processi è 3 Vaccà, S.” L'impresa transnazionale tra passato e futuro”, Milano: F. Angeli, 1995.

Anteprima della Tesi di Francesco Gibbi

Anteprima della tesi: Strategie di internazionalizzazione e la competitività dell'est europa nel settore abbigliamento, Pagina 4

Tesi di Master

Autore: Francesco Gibbi Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10299 click dal 17/03/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.