Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Teatro e Giuoco d'Azzardo a Milano nel Settecento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4.1 La legislazione in materia di giuoco d’azzardo Prima di procedere con la disanima dei documenti, credo sia necessario sottolineare almeno due aspetti caratteristici del materiale cartaceo preso in esame. Innanzi tutto, ciascuna grida è il risultato di una serie di missive che intercorrono tra Vienna e il Governatore e Capitano generale dello Stato di Milano. Chi ricopre la suddetta carica è regolarmente in contatto con le autorità asburgiche, dalle quali riceve disposizioni sulle materie inerenti qualsivoglia provvedimento legislativo. Ogni proclama è steso e pubblicato in ottemperanza agli ordini di Vienna e sia l’Imperatore Carlo VI che la di lui figlia, Maria Teresa, sembrano interessarsi costantemente alla regolamentazione della vita pubblica, al fine di evitare disordini e per migliorare, sembrerebbe, i costumi del popolo. Nei brevi periodi in cui lo Stato di Milano è occupato da altre potenze - ovvero, fra il 1733 e il 1736 durante l’interregno franco-sabaudo, e nell’inverno del 1745- 1746 con la dominazione spagnola di don Filippo di Borbone - le procedure in materia legislativa e l’interesse per la regolamentazione dei giuochi di piacere in teatro non cambiano. I proclami servono altresì per proteggere gli interessi degli appaltatori dei teatri, i quali si vedono costretti a ricorrere alle autorità per ottenere l’emanazione di bandi severi, al fine di proibire l’esercizio del giuoco d’azzardo in qualsivoglia luogo pubblico che non sia il teatro.

Anteprima della Tesi di Simona Maria Frigerio

Anteprima della tesi: Teatro e Giuoco d'Azzardo a Milano nel Settecento, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Simona Maria Frigerio Contatta »

Composta da 236 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1586 click dal 01/04/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.