Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Amnesty International: comunicare i diritti umani

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

momento, erano stati una prerogativa degli Stati. A tutto questo ha contribuito anche la globalizzazione, ridefinendo il concetto stesso di sovranità dello Stato e dando un posto di rilievo anche agli attori non statali. Nonostante la diffidenza che, in molti casi, gli Stati hanno dimostrato nei confronti delle ONG, soprattutto quando queste ultime hanno fatto capire di essere più vicine e di conoscere meglio le richieste della gente, esse si sono dimostrate utili anche per molto del lavoro nell’ambito delle Nazioni Unite. Tuttavia questo non dà per scontata una legittimità superiore delle ONG, anch’esse infatti hanno precise responsabilità nei confronti del personale, dei volontari, dei loro membri, delle agenzie finanziatrici che danno denaro per proget- ti e programmi, dei governi, della gente che trae beneficio dal lavoro che esse svol- gono, di altre organizzazioni dei diritti umani e agenzie con le quali collaborano, o che il loro lavoro tende ad influenzare. Inoltre le organizzazioni dei diritti umani si devono attenere anche a precise responsabilità verso gli standards internazionali dei diritti umani, verso il proprio mandato, verso la legge (cioè verso le obbligazioni legali e fiscali che le organizzazioni possono avere in base alla legge nazionale). Infine, non ci si può limitare a fare una sommaria separazione morale tra il mondo “sporco” dei politici e quello “pulito” delle ONG poiché spesso vi sono stati, e vi saranno, compiti che hanno richiesto un collegamento tra le ONG e le istituzioni pubbliche o coloro che devono prendere le decisioni politiche. Nel corso del lavoro si prendono in considerazione le principali funzioni portate avanti dalle ONG, tra le quali si possono annoverare: la produzione di informazio- ne specializzata, lo stabilimento di nuovi standards (area prima di esclusiva pertinen- za dei governi) e di nuove disposizioni (e questo perché spesso le ONG si rivelano più preparate rispetto ai governi in certe aree, grazie al fatto di riuscire a stabilire delle relazioni più ravvicinate con la realtà delle violazioni), la capacità di influenza- re le decisioni delle politiche governative alimentando la pressione esercitata da parte delle ONG nazionali prima di arrivare agli incontri ONU, la capacità di svolge- re ruoli importanti anche nell’attuazione di quelle stesse decisioni. Esse hanno poi un fondamentale ruolo educativo, che si svolge attraverso le campagne di informa- zione e di educazione pubblica, che hanno lo scopo di rendere i cittadini consape- voli dei diritti che devono essere garantiti loro nel rispetto degli standards interna- zionali, e di far sì che gli Stati si dimostrino responsabili verso i loro impegni inter- nazionali. L’informazione che esse riescono a raccogliere costituisce l’arma principa- 5

Anteprima della Tesi di Virginia Marconi

Anteprima della tesi: Amnesty International: comunicare i diritti umani, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingua e Cultura Italiana

Autore: Virginia Marconi Contatta »

Composta da 254 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6919 click dal 18/07/2007.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.