Riflessi ed echi pittorici nel cinema di Luchino Visconti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 anche in alcuni quadri del Settecento e dell’Ottocento, come le vedute che si scorgono attraverso una finestra, procedimento che prende il nome di mise en abîme. Con la nascita della fotografia, molti pittori hanno cominciato a rappresentare soggetti non più ripresi da una prospettiva centrale, ma da scorci obliqui o dall’alto. Questo a causa della concorrenza che la fotografia faceva all’arte figurativa, quest’ultima doveva cercare di distinguersi e superare il suo limite: l’incapacità di riprodurre la realtà. Ecco che il passaggio ad una composizione decentrata dell’immagine fu la soluzione. Si pensi ai famosi quadri di Dègas, dove le sue ballerine sono riprese con scorci molto azzardati, dall’alto, in obliquo. Questo procedimento accomuna la pittura ed il cinema moderno, non più interessati ad un’illusione diegetica. Il cinema crea quest’effetto di decentramento con le inclinazioni e le angolazioni della macchina da presa. Infine, la cornice distingue cinema e pittura nell’uso del fuori campo. È possibile creare il fuori campo sia con un’inquadratura sia con un quadro, ma in quest’ultimo l’effetto è meno immediato. Noel Burch 7 sostiene che il cinema può utilizzare un fuori campo immaginario, che si basa sull’immaginazione, e uno concreto, che si basa sul ricordo. La pittura può utilizzare solo quello immaginario, e non quello concreto, dal momento che il pittore non può fare riferimento ad un fotogramma precedente. 7 Cfr. Burch Noel, Praxis du cinéma, Paris, Gallimard, 1969 (tr. it. Prassi del cinema, Parma, Pratiche, 1980) in L’occhio interminabile, Marsilio, Venezia, 1991, p.93

Anteprima della Tesi di Alina Pirilli

Anteprima della tesi: Riflessi ed echi pittorici nel cinema di Luchino Visconti, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Alina Pirilli Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6779 click dal 17/03/2005.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.