Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi della segmentazione delle immagini digitali telerilevate applicata alla classificazione CORINE: proposte di procedure di ottimizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 2 DESCRIZIONE DEL MATERIALE UTILIZZATO 2.1 Il satellite ASTER Il termine ASTER rappresenta l’acronimo delle parole inglesi Advanced Thermal Emission and Reflection Radiometer; è un satellite multispettrale lanciato dalla NASA, insieme ad altri 5 strumenti, a bordo della piattaforma spaziale Terra nel Dicembre del 1999. Terra è il primo di una serie di veicoli spaziali con diverse strumentazioni necessarie per il sistema di osservazione della terra (EOS, Earth Observing System). Con le sue 14 bande ASTER copre un’ ampia regione spettrale che spazia dal visibile all’ infrarosso termico con anche un’ elevata risoluzione spaziale, spettrale e radiometrica. Il sensore ASTER possiede tre diversi sottosistemi con differente risoluzione spaziale a seconda delle lunghezze d’onda del sensore: distinguiamo 3 bande nel visibile e nell’ infrarosso vicino (VNIR) con una risoluzione spaziale di 15 m ed una banda supplementare per la visione stereoscopica; 6 bande con risoluzione 30 m nell’ infrarosso fotografico (SWIR); 5 bande con risoluzione 90 m nell’ infrarosso termico (TIR). La sua ampia copertura spettrale e l’alta risoluzione spaziale permettono al sensore di distinguere tra una grande varietà di materiali superficiali e lo portano quindi ad avere una grande efficienza in studi di tipo geologico. La grande varietà di dati fornita da ASTER (riflettanza ed emissione spettrale, radianza superficiale, temperatura, modelli digitali di elevazione..) permetteranno una notevole possibilità di applicazioni in differenti aree, come geologia e geopedologia, dinamiche di ecosistema, monitoraggio dei pericoli (vulcani,alluvioni,frane,,erosioni..), cambiamenti superficiali del terreno, idrologia. Ogni immagine del satellite copre un’ area di 60 x 60 km.

Anteprima della Tesi di Elena Dalla Valle

Anteprima della tesi: Analisi della segmentazione delle immagini digitali telerilevate applicata alla classificazione CORINE: proposte di procedure di ottimizzazione, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Elena Dalla Valle Contatta »

 

Questa tesi ha raggiunto 1671 click dal 13/03/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.