Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Venticinque anni di riforme in Cina: vittorie e contraddizioni di una nuova potenza mondiale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Per capire l’importanza che ha avuto l’introduzione del “sistema a responsabilità familiare”, lo si deve comparare con il metodo precedente 11 . L'agricoltura in Cina, nei tre decenni precedenti al 1978, era stata gestita essenzialmente come un’economia centralmente pianificata. Nei primi anni cinquanta la terra fu confiscata ai proprietari terrieri per essere ridistribuita ai contadini. A metà anni cinquanta, i contadini furono organizzati in cooperative 12 . Nel 1958, Mao diede il via alla politica del Grande Balzo in Avanti e riorganizzò le cooperative in comuni. Sebbene le terre fossero ufficialmente di proprietà collettiva dei membri, le comuni erano gestite dalle autorità centrali che decidevano cosa produrre. Nel 1979 c'erano 53.300 comuni in Cina, divisi in 699.000 brigate, queste ultime divise in 5.154.000 gruppi produttivi 13 . Un gruppo produttivo consisteva spesso in un villaggio tradizionale. Nel 1979, vi erano in media 157 persone per gruppo, a questi erano affidati i lavori agricoli, mentre per i lavori di costruzione su larga scala si ricorreva alle brigate. Una quota stabilita della produzione doveva essere versata al dipartimento governativo dell'agricoltura, invece il resto era ridistribuito dalla comune ai propri membri. I membri ricevevano i redditi in denaro e in beni in base ai “punti lavoro” guadagnati, questi dipendevano dai giorni lavorativi del gruppo (e non da quanto ognuno s’impegnava nel lavoro). I membri eseguivano gli ordini e non avevano diritto a decisioni economiche 14 . In ogni modo, in vari gradi, alcune caratteristiche dell'economia di mercato esistevano già nella Cina rurale tra il 1958 e il 1978, inclusi i 11 Il sistema a responsabilità familiare fu adottato ufficialmente con il Quarto Plenum dell’Undicesimo Comitato Centrale del Partito Comunista nel settembre 1979. 12 Liew Leong, The Chinese Economy in Transition, From Plan to Market, London, Edward Elgar Publishing, 1997. 13 Huang Allen, Accounting in China in Transition: 1949-2000, London, World Scientific Publishing, 2001. 14 Chow Gregory C., op. cit.

Anteprima della Tesi di Rosario Di Maggio

Anteprima della tesi: Venticinque anni di riforme in Cina: vittorie e contraddizioni di una nuova potenza mondiale, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Rosario Di Maggio Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5799 click dal 18/03/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.