Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Basilea 2 e la valutazione delle pmi un'applicazione del settore del turismo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

-7 - Il Tier 1 comprende: Y Il Capitale sociale – l’ammontare, indicato nell’atto costitutivo espresso in termini monetari, del valore nominale delle quote o delle azioni sottoscritte dai soci. La sottoscrizione deve sussistere al momento della stipula dell’atto costitutivo; il capitale sottoscritto non coincide necessariamente con il capitale versato, in quanto in caso di apporti in denaro possono esserci ancora degli importi da versare; Y La riserva legale – costituita da utili non distribuiti: è detta legale perché è imposta dalla legge, che obbliga la società di capitale ad accantonare ogni anno almeno il 5% dell’utile d’esercizio fino al raggiungimento del 20% del capitale sociale, ma le imprese bancarie e assicurative l’obbligo di legge si eleva al 10%; Y Le riserve facoltative – accumulate nel corso della gestione; Y Il fondo per i rischi bancari generali – una voce di bilancio che figura nella sezione del passivo dello stato patrimoniale, costituita da accantonamenti a fronte del rischio generico inerente all’attività bancaria; Y Gli strumenti innovativi di capitale – strumenti di raccolta caratterizzanti dalla capacità di combinare alcune delle caratteristiche delle emissioni obbligazionarie (pagamento di cedole) con quelle delle emissioni azionarie prive dei diritti amministrativi, creando un veicolo di finanziamento intermedio sia in termini di remunerazione garantita sia in termini di privilegio nel rimborso dei creditori delle banche. Il Tier 2 è composto da: Y Riserve di rivalutazione – derivano da una valutazione di beni iscritti all’attivo ad un valore superiore al costo; Y Passività subordinate – strumenti che, indipendentemente dalla forma tecnica di emissione (obbligazioni, certificati di deposito,buoni fruttiferi e altri titoli), si differenziano da tali altre forme di raccolta in quanto, oltre a garantire la stabilità delle fonti di finanziamento con un orizzonte temporale non breve, sono normalmente più soggette a remunerazioni più alte: Y Fondi rischi su crediti Y Strumenti ibridi di patrimonializzazione: forma di raccolta definita equity related in quanto, pur non conferendo la qualità di socio al sottoscrittore, spesso lega la remunerazione alla distribuzione dei dividendi, con o senza previsioni del diritto di cumulabilità per cedole non maturate.

Anteprima della Tesi di Alessandro Rizzotti

Anteprima della tesi: Basilea 2 e la valutazione delle pmi un'applicazione del settore del turismo, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Rizzotti Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4884 click dal 21/03/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.