Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I processi per debito nella Roma del 1600

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 cioè in agnelli, legumi e altri generi alimentari, così fece il re di Napoli Ferrante che pagava gli stipendi in grani e stoffe 9 . L’economia naturale predominava su quella monetaria, in alcune aree geografiche la moneta non circolava e non poche documentazioni riportano lamentele per l’assenza di denaro per il pagamento del salario. Il fenomeno del baratto si estende anche nei rapporti economici e commerciali con i paesi esteri, dimostrando che non è un problema unicamente italiano. Accanto al problema del tipo di pagamento e a quale forma economica utilizzare, emerge la dimensione, altrettanto estesa, dell’indebitamento. Indebitamento, anch’esso in generi: un salario da pagarsi in moneta alla fine è saldato in natura a causa dell’indebitamento che si crea tra l’operaio e il suo datore di lavoro. 9 Annali della Storia d’Italia, vol.II, Economia naturale, economia monetaria, Torino, Einaudi, 1983 a cura di R. Romano e U. Tucci;

Anteprima della Tesi di Vita Locantore

Anteprima della tesi: I processi per debito nella Roma del 1600, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Vita Locantore Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 996 click dal 29/09/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.