Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Due traduzioni ceche del Poema Gory di Marina Cvetaeva

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 1988; Basník a car, 1992 e Lichý střevíc, 1996) e due monografie dedicate rispettivamente al Poema Konca (1981) e al Poema Gory (1992). Oltre alle due traduttrici sopra menzionate, si sono occupati della Cvetaeva diversi studiosi cechi, tra i quali vanno ricordati in particolar modo Galina Vanečková e Olga Uličná che si sono occupate soprattutto dell’aspetto linguistico (Uličná, Pražské poemy Mariny Cvětajevové, 1991; Vanečková, Poetičeskie simvoly Mariny Cvetaevoj in Poezija, Simvol, Perevod, 1990) e del rapporto tra la poetessa e la capitale ceca (Vanečková, Marina Cvětajevová a Praha, 1984 e Praha Mariny Cvětajevové,1993), nonché Zdeněk Mathauser e Jiří Honzík. Galina Vanečková è anche presidente dell’Obščestvo Mariny Cvetaevoj, nata a Praga nell’aprile del 2001, che si propone di mantenere viva nella Repubblica ceca la memoria della poetessa russa. Grazie a questa associazione è stato possibile raccogliere presso la Slovanská Knihovna di Praga una considerevole quantità di materiale riguardante la Cvetaeva ed è stata organizzata una mostra dal titolo Smert’ i žizn’ poeta. Espressione dell’amore dei praghesi nei suoi confronti è anche la targa commemorativa posta in Švědská ulice al n°51/1 373, dove visse tra il 1923 e il 1924, fortemente voluta fin dal 1982 e posta subito dopo la caduta del regime comunista nel dicembre del 1989. Nella Repubblica ceca si sono tenute anche alcune significative conferenze internazionali, come quella svoltasi a Dobřiš nel 1992 in occasione dei 100 anni dalla sua nascita e quella del 2000 a Všenory, in occasione dei 75 anni dalla nascita del figlio. E anche il centro russo di cultura ha organizzato in suo onore serate cui hanno partecipato poeti, attori, cantanti e studiosi cechi e russi, e ha ospitato mostre come quella proveniente da Aleksandrov intitolata Aleksandrovskoe leto Mariny Cvetaevoj, tenutasi nei mesi di settembre-ottobre 2002.

Anteprima della Tesi di Maria Cristina Motta

Anteprima della tesi: Due traduzioni ceche del Poema Gory di Marina Cvetaeva, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Maria Cristina Motta Contatta »

Composta da 258 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1856 click dal 31/03/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.