Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il romanzo fantastico - Breve saggio da William Shakespeare ai giorni nostri

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 1 - ANGELI E DIAVOLI Iniziamo il nostro viaggio catapultandoci nella Vecchia Europa, luogo ove la visione del mondo, terrestre o celeste che sia, è così fortemente caratterizzata dalla tradizione cristiana da lasciare poco spazio al dubbio. Ci troviamo in una fascia temporale le cui caratteristiche ritroveremo dalla seconda metà del ‘500 fino al 1700, coprendo un ampio lasso di tempo fino all’avvento dei movimenti di pensiero illuministici. In questa Europa turbolenta e fondata sulla religione, vediamo comparire alcuni scritti che a tutt’oggi rievocano in noi immagini vivide di angeli, diavoli e Destino, i grandi protagonisti della letteratura fantastica occidentale dell’epoca. Cerchiamo di fare alcune precisazioni e di non trascinare subito il nostro Lettore nella confusione. Angeli e demoni, creature del Paradiso e dell’Inferno, servi di Dio e servi del Diavolo, facevano parte dell’immaginario comune, in quanto ci troviamo ancora in un periodo di forte potere della Chiesa cristiana, riformista o controriformista che sia, in tutta l’area europea. Più che creature fantastiche, le forze del Bene e del Male erano per il popolino entità ben presenti e reali, appartenenti a diversi livelli d’esistenza ma in grado di interagire con l’uomo nella vita di tutti i giorni. Perché dunque catalogare gli scritti del genere tra la letteratura fantastica? Ottima domanda, ma ci arriveremo. L’Europa era attraversata da disordini non indifferenti. Il chiuso e dogmatico sistema di pensiero del periodo d’oro della Chiesa era giunto al termine, e tra i popoli appena destatisi dal Medioevo iniziavano a serpeggiare il dubbio e l’insicurezza. La Chiesa cristiana non era più una sola. Scismi ed eresie crescevano a ritmo vertiginoso. Paure risalenti all’antico background culturale del paganesimo si ripresentarono con forza, prendendo forme riadattate da secoli di egemonia cattolica. Ovunque sembravano nascondersi demoni e tentazioni. Pestilenze flagellavano le popolazioni, rendendo sempre più incerta l’esistenza. Ogni certezza sembrava costantemente sul punto di crollare. La Chiesa contrastò questo degrado del proprio potere col pugno di ferro dell’Inquisizione, con la caccia alle Streghe ed agli Eretici, aggravando a tal punto la propria posizione da rendere ancora più confusa la netta separazione, una volta così apparentemente chiara, di cosa fosse Bene e cosa Male. I movimenti di pensiero razionalistici dei secoli successivi, e

Anteprima della Tesi di Valentina Summa

Anteprima della tesi: Il romanzo fantastico - Breve saggio da William Shakespeare ai giorni nostri, Pagina 3

Diploma di Laurea

Facoltà: Belle Arti

Autore: Valentina Summa Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5235 click dal 24/03/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.