Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tecniche per la valutazione del ritardo end to end nelle reti ATM

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Prefazione Università di Cagliari IV Prefazione La tecnologia Asynchronous Transfer Mode (ATM) è stata scelta come standard di comunicazione per le reti a larga banda come B-ISDN (Broadband Integrated Services Digital Network, rete integrata di servizi digitali a larga banda). ATM è stata sviluppata allo scopo di garantire un’elevata velocità di trasmissione unita ad una garanzia sulla Qualità di Servizio (QoS) offerta, che diventa fondamentale nel momento in cui si devono offrire servizi in tempo reale, come le chiamate telefoniche, il video-on-demand, e la videoconferenza. La possibilità di fornire una certa QoS agli utenti, a differenza di altre tecnologie che forniscono solo servizi di tipo “Best Effort”, rende ATM una tecnica di trasmissione particolarmente adatta per le future reti di telecomunicazioni. Nella tesi si affronta proprio il problema della misura della QoS in termini di ritardi end-to-end in una rete ATM con topologia arbitraria, nella quale convergono servizi voce, dati-real time, dati-non real time, descrivendo tre tecniche che possono essere utilizzate per la determinazione di tali ritardi. Le tre tecniche usate appartengono a due approcci differenti: un approccio decomposto ed un approccio integrato. Sono stati analizzati e confrontati i risultati di performance su reti esempio facendo uso dei tre metodi, prendendo in considerazione come parametri d’ingresso, i rate medi a lungo termine ed i parametri di burstness delle connessioni. Dall’analisi dei tre metodi si è osservata una dipendenza dei ritardi end-to-end dalle caratteristiche del flusso di traffico immesso in rete, dal tipo di scheduling usato, dalla topologia, oltre che dal carico in rete e dalla capacità dei links; in ogni caso i risultati ottenuti sono soddisfacenti (ritardi contenuti), anche se i metodi integrati forniscono delle performance migliori (ritardi inferiori) rispetto al metodo decomposto. La metodologia sviluppata per la valutazione del ritardo end-to-end su reti ATM, può essere utilizzata per la predizione della QoS in funzione del traffico e della configurazione della rete.

Anteprima della Tesi di Luca Orrù

Anteprima della tesi: Tecniche per la valutazione del ritardo end to end nelle reti ATM, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Luca Orrù Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1048 click dal 21/03/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.