Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tecniche per la valutazione del ritardo end to end nelle reti ATM

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Lo standard ATM Università di Cagliari 7 ξ Private User-Network Interface (Private UNI): identifica il collegamento tra un ES ATM ed uno switch ATM privato; ξ Public User-Network Interface (Public UNI): identifica sia il collegamento tra un ES ATM ed uno switch ATM pubblico, sia quello tra uno switch ATM privato ed uno switch ATM pubblico; ξ Private Network-Node Interface (Private NNI): identifica il collegamento tra due switches ATM privati, cioè all’interno di una rete privata; ξ Public Network-Node Interface (Public NNI): identifica il collegamento tra due switches ATM all’interno di una rete pubblica. Il trasferimento dell’informazione tra gli ES di una rete ATM avviene in unità elementari chiamate celle, la cui dimensione è di 53 bytes, di cui 48 sono d’informazione utile (Payload) e i restanti 8 bytes sono d’intestazione (Header). Prima che due host inizino a comunicare è necessario che sia creata una connessione virtuale (VC) tra host sorgente e host destinazione. Si parla di connessione virtuale perché il trasferimento vero e proprio dell’informazione non è ancora in corso, ma si sta solo inizializzando il percorso attraverso il quale successivamente avverrà la comunicazione. Le connessioni virtuali (VC) possono essere di due tipi: ξ Virtual Path Connections (VPC): identificate dal valore VPI; ξ Virtual Channel Connections (VCC): identificate dalla coppia VPI/VCI. Le VPC sono costituite da un insieme di VCC che condividono un percorso comune nella rete; per esempio da un host A ad un host B. Ogni VCC è associata ad una singola comunicazione tra due ES ATM. Per chiarire il concetto si può pensare ad un VPC contenente due VCC. Il VPC può indicare il collegamento tra due ES e i due VCC possono indicare due differenti servizi che caratterizzano quel collegamento, ad esempio, servizi voce e dati. Poiché in ATM diverse connessioni possono condividere lo stesso canale (link), ad ogni link possono essere associati diverse VPC, ognuna delle quali individua una comunicazione tra due host differenti.

Anteprima della Tesi di Luca Orrù

Anteprima della tesi: Tecniche per la valutazione del ritardo end to end nelle reti ATM, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Luca Orrù Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1048 click dal 21/03/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.