La comunicazione pubblica e il cambiamento del rapporto tra PA e cittadini: il caso del Comune di Altamura

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 soprattutto all’ottenimento di un consenso sociale e per un migliore funzionamento delle istituzioni pubbliche. Di qui diventa inevitabile la considerazione che l’Europa e, come si vedrà più avanti, l’Italia, e in particolare il Mezzogiorno, accusavano e continuano ad accusare un notevole ritardo nell’acquisire queste nozioni. In proposito è quantomeno sconcertante il commento di A. de Tocqueville 18 che, parlando “dei funzionari pubblici statunitensi, ammira non soltanto la dedizione al lavoro, ma soprattutto la loro capacità di non porsi al di sopra dell’ordinario cittadino…Con dispiacere…osserva quanto diverso sia il comportamento dei funzionari pubblici europei, pronti al dileggio degli interlocutori e dei frequentatori dei loro uffici” Questa affermazione, ancora oggi così attuale, sottolinea l’importanza che in questa funzione ricoprono i dipendenti pubblici e tutto ciò che serve a cambiare il loro modo di amministrare ed erogare servizi nel pubblico interesse. Su di un altro aspetto è incentrata l’ interessante analisi proposta da Mancini 19 , che individua l’origine della comunicazione pubblica nella società stessa. 18 DE TOCQUEVILLE A., La democrazia in America, 1994, in P. MANCINI, Manuale di comunicazione pubblica, Ed. Laterza, Roma – Bari, 1996, p. 69. 19 MANCINI P., Manuale di comunicazione pubblica, Ed. Laterza, Roma – Bari, 1996.

Anteprima della Tesi di Michele Gramegna

Anteprima della tesi: La comunicazione pubblica e il cambiamento del rapporto tra PA e cittadini: il caso del Comune di Altamura, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Michele Gramegna Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7326 click dal 22/03/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.