Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli uomini... il secondo sesso? Considerazioni mascoliniste sulla condizione dell'uomo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

PREMESSA La società, si è distaccata dai valori culturali, che costituivano il senso di identità attraverso la distinzione netta tra ciò che era solo per uomo e ciò che solo per donna. Il risultato, è una confusione che sembra colpire molto di più l’uomo, essendo il più tra- scurato perché dato per scontato. Sandro De Santis, in un articolo pubblicato sul sito “AltroSenso-Filosofia della Maschilità”, parla di una “Società senza Padri” che pone i presupposti di una mancata educazione dell’uomo. Conseguenza, è la mancanza di modelli che lo “aiutino” nel ge- stire le proprie pulsioni aggressive, che sfociano così nei maltrattamenti delle persone che li circondano. Altra faccia di questa medaglia, è il fatto che molti mariti, subiscono violenze da parte delle compagne e che questo aspetto sia sottovalutato: qualche anno fa, su di un quotidiano romano (è sempre De Santis a riportarlo) apparve un articolo sul- la violenza femminile in Italia. Posto in evidenza era come molti mariti siano vittime, al pari delle donne, di atteggiamenti ostili all’interno delle mura domestiche, ma, nell’articolo, la cosa non veniva minimante condannata, sottolineando come questo a- spetto non fosse preso nella giusta considerazione. La questione della condizione dell’uomo, nella nostra società, sembra essere un problema non del tutto valutato poiché le violenze e lo sfruttamento della donna sono concetti ai quali siamo più “abituati”, che catalizzano l’attenzione, soprattutto in questo nuovo millennio, apertosi con un interesse sempre maggiore (forzato da eventi tragici) verso le religioni islamiche e quindi alla condizione della donna in questa cultura. In realtà, il problema della mascolinità è molto sentito, anche se non é pubbliciz- zato sufficientemente a causa della tradizionale predisposizione degli uomini a non ammettere di essere in una posizione disagiata. Questo atteggiamento, non permette che vi sia una riflessione sulla propria condizione ed una reale comprensione della gravità della situazione da parte di tutti gli uomini. Risulta ancora molto difficile trovare uomini che ammettano apertamente di essere un po’ smarriti, o materiale che analizzi la volontà di relegare l’uomo in una posizione denigratoria, di secondo piano, come se fosse se- condo sesso. 7

Anteprima della Tesi di Rita Lemmo

Anteprima della tesi: Gli uomini... il secondo sesso? Considerazioni mascoliniste sulla condizione dell'uomo, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Rita Lemmo Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4732 click dal 08/04/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.