Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli uomini... il secondo sesso? Considerazioni mascoliniste sulla condizione dell'uomo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

In questa cultura, manca una netta contrapposizione tra femminile e maschile: quando un bambino nasce, non ha un sesso definito fino ai tre-quattro anni, quando la pressione sociale inizia a farsi sentire. Intorno alla pubertà, viene favorita la segregazione sessuale. Vengono così divisi in ca- tegorie: la mascolinità deve essere pubblica e assertiva, mentre la femminilità privata e remissiva. A tredici anni, i maschi, iniziano a bere alcolici e a fumare. Alle donne que- sto è assolutamente vietato. Le risse iniziano a 15 anni: molto importante è ritenuta la competitività e per questo bisogna cercare di provocare gli scontri. Il contributo dato dalle donne è quello di dimostrare maggiore interesse per i più impavidi. Sempre a que- sto scopo vengono ingaggiate gare nel bere, ma anche competizioni che consentano di ottenere denaro perché la superiorità economica è ritenuta caratteristica essenziale 26 . Interessante è il concetto di lealtà del gruppo: dovendoci essere necessariamente vincitori e vinti, si cerca di far ottenere al proprio clan di appartenenza il potere e l’onore. Finito il periodo adolescenziale, attorno ai trenta anni, gli uomini evitano le bevande al- coliche e “mettono la testa a posto”. Quelli che non riescono a liberarsi da questa dipen- denza, creano veri problemi alla società. Dopo il matrimonio, le prove non finiscono: gli uomini devono lavorare duramen- te e sono richieste competenza culturale capacità gestionale delle situazioni quotidiane. Compito molto sentito, è quello della protezione delle proprie donne, l’attenzione alla prestazione fisica (l’atto sessuale è una gara che solo l’uomo può perdere e in seguito a questo può essere schernito pubblicamente dalla donna che non ha saputo soddisfare) e il fare a pugni per rivendicare la propria virilità (non è necessario vincere, ma dimostra- re che si è pronti a battersi). Nonostante sia presente il concetto di virilità, gli uomini di Truk sono molto dipendenti dalle donne 27 . Thomas Gregor, studioso di psicanalisi, nel suo libro “Mehinaku: The Drama of Daily Life in a Brazilian Indian Village”, sviluppa la tesi del “Maschio Universale”. 26 M. Marshall, “Weekend Warriors”. 27 Ibidem 20

Anteprima della Tesi di Rita Lemmo

Anteprima della tesi: Gli uomini... il secondo sesso? Considerazioni mascoliniste sulla condizione dell'uomo, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Rita Lemmo Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4732 click dal 08/04/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.