Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il principio di sussidiarietà nel sistema delle autonomie locali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 La dottrina socio religiosa del cristianesimo. La concezione liberale del principio di sussidiarietà converge per certi aspetti con la dottrina sociale della Chiesa. Il principio è considerato uno dei fondamenti irrinunciabili dell’organizzazione sociale, nonché il pilastro su cui la stessa dottrina, a partire dalla fine del XIX secolo, si fonda. Esso inizialmente venne utilizzato accentuandone talvolta l’aspetto positivo ( il dovere di ingerenza ) a scapito di quello negativo ( il dovere di non-ingerenza ) e viceversa; il tutto a seconda delle circostanze storiche e dei bisogni sociali più pressanti 11 . E infatti, mentre nel 1891, nell’Enciclica Rerum Novarum Leone XIII aveva affermato la necessità dell’intervento dello stato al fine di combattere gli eccessi prodotti dal liberismo, nel 1931, il suo successore Pio XI, 11 Cfr. A.Rinella-L. Coen, Sussidiarietà e ordinamenti Costituzionali, Padova, 1999, pag. 89.

Anteprima della Tesi di Antonio De Rosa

Anteprima della tesi: Il principio di sussidiarietà nel sistema delle autonomie locali, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonio De Rosa Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6717 click dal 24/03/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.