Skip to content

Rimozione di nutrienti e microinquinanti attraverso un processo a fanghi attivi assistito da membrana e carboni attivi

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Chapter 1 – Membranes and membrane bioreactors 15 The traditional materials used in the fabrication of membranes included cellulose acetate, polyamide and polysulfone. Other polymers are now used in the manufacturing of membranes and include polypropylene, nylon, polyacronitrile (PAN), polycarbonate, polyvinyl alcohol (PVA) and polyvinylidene fluoride (PVDF). In addition, ceramic and metallic membranes are used for MF and UF applications. Membrane materials are typically polymer- or ceramic-based (Tab.1). Table 1. Materials used for the manufacture of membranes. Material MF UF Material MF UF RO Alumina X Ceramic composites X X Carbon-carbon composites X Polyacrylonitrile (PAN) X X Cellulose esters (mixed) X Polyvinyl alcohol (PVA) X X Cellulose nitrate X Polysulfone (PS) X X Polyamide, aliphatic X Polyethersulfone (PES) X X Polycarbonate (track-etch) X Cellulose acetate (CA) X X X Polyester (track-etch) X Cellulose triacetate (CTA) X X X Polypropylene X Polyamide, aromatic (PA) X X X Polytetrafluoroethylene (PTFE) X Polyimide (PI) X X Polyvinyl chloride (PVC) X Composites X Polyvinylidene fluoride (PVDF) X Composites, polymeric thin film X Sintered stainless steel X Polybenzimidazole (PBI) X Cellulose (regenerated) X X Polyetherimide (PEI) X Polymeric spiral membranes are generally used when a high throughput is required, while polymeric tubular membranes, which can often be mechanically cleaned, are more suited for low-maintenance operations, highly viscous products or fluids with suspended material. Hostile environments, high levels of solvents, wide pH ranges and other process considerations may dictate the use of ceramic membranes. This technology is normally adopted for ultrafiltration and microfiltration applications and typically uses an alumina or zirconium coating that is applied to the inside surface of a ceramic support. The capital cost of ceramic membranes is much higher than conventional polymeric membranes but in some applications they are the only viable proposition. Ceramic membranes often provide a longer operational lifetime, offsetting the high initial cost. Ceramics are not resistant to abrasion although polymerics may be. Organic membranes Cellulose acetate (CA) is the classic membrane material used by the pioneers of modern membrane technology to create skinned membranes. There are several advantages to the use of CA and its derivatives as membrane materials such as hydrophilicity (to minimize fouling of the membrane), wide range of pore sizes that can be manufactured (from RO to MF) with reasonably high fluxes, low cost. Among the disadvantages of CA membranes are a fairly narrow temperature range (maximum temperature 30-35°C), a rather narrow pH range (preferably 3-6), poor resistance of CA to chlorine (less than 1 mg/l of free chlorine under continuous exposure and 50 mg/l in a shock dose), risk of creep or compaction phenomenon to a slightly greater extent than other materials, highly biodegradability. Polyamide membranes (PA) overcame some of the problems associated with CA membranes, e.g. the pH tolerances are wider. However, PA membranes are much worse with regard to chlorine tolerance and Biofouling tendencies. Polyamides for the contact skin layer in many composite membranes.
Anteprima della tesi: Rimozione di nutrienti e microinquinanti attraverso un processo a fanghi attivi assistito da membrana e carboni attivi, Pagina 10

Preview dalla tesi:

Rimozione di nutrienti e microinquinanti attraverso un processo a fanghi attivi assistito da membrana e carboni attivi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Laura Innocenti
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Rimozione di nutrienti e microinquinanti attraDottorato di ricerca in Scienze Ambientali
Anno: 2004
Docente/Relatore: Paolo Pavan
Istituito da: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
Dipartimento: Dipartimento di Scienze Ambientali
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 183

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acque reflue
carboni attivi
metalli
microinquinanti
nutrienti
sbr
ultrafiltrazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi