Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tre riletture del pensiero di Spinoza nella filosofia contemporanea: G. Deleuze, A. Negri, E. Balibar

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 tutta la forza che ancora oggi la sua voce continua a sviluppare come esigenza etica. Fare del pensiero di Spinoza un vento attuale che soffia tra le sfere dialettiche del potere, della guerra come processo di sintesi contrattualistica e capitalistica, vuol dire evidenziare il carattere sociale, materiale, immanente, differenziale, positivo e selvaggio dell’essere. Deleuze, Negri e Balibar costituiscono i punti singolari di un percorso filosofico contemporaneo che vuole e a nostro avviso riesce in pieno ad affermare la positività dell’essere come pienezza plurale e orizzontale della differenza. Un essere che attraverso le sue espressioni potenziali, gli essenti, non si sviluppa per mancanza o per assenza, ma per potenza piena, attuale, smisurata ed esponenziale. Un essere la cui essenza è un sì materiale e positivo, l’affermazione espressiva della propria tendenza, e non la realizzazione delle proprie possibilità attraverso la trascendenza dalla finitezza. Naturalmente per questi autori una siffatta riqualificazione materiale dell’essere doveva passare attraverso la rilettura e la rivalutazione di quel pensatore che più di tutti ha affermato sulla propria pelle l’immanenza produttiva dell’essere. Più nel presente il mondo richiede un impegno internazionalista, più ci costringe ad avere una visione mondiale dell’etica e della politica che superi i limiti angusti del nazionalismo, più oggi occorre riaffermare con forza un pensiero che faccia coincidere l’infinita ed eterna bellezza divina dell’essere con la beatitudine materiale degli essenti, cioè con l’amore intellettuale ed orizzontale della moltitudine. Questo va considerato come il progetto di emergenza potenziale di una collettività, non intesa come popolo che trasferisce il proprio diritto allo Stato, ma come il piano politico d’immanenza differenziale.

Anteprima della Tesi di Rocco Di Fonzo

Anteprima della tesi: Tre riletture del pensiero di Spinoza nella filosofia contemporanea: G. Deleuze, A. Negri, E. Balibar, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Rocco Di Fonzo Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5948 click dal 30/03/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.