L'influenza degli Alleati nei processi costituenti della Germania postbellica: rapporti politico-militari sottesi all'elaborazione del Grundgesetz

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 1.2. Le strutture e i metodi della politica alleata postbellica: l’E.A.C. Ma la decisione più importante della conferenza di Mosca, oltre alla proclamazione della volontà di restituire l'indipendenza all'Austria, fu la creazione di un organismo permanente, la European Advisory Commission, per lo studio delle questioni relative al- la sistemazione postbellica dell'Europa, con il compito di presentare raccomandazioni ai tre governi alleati. In tal modo lo studio del futuro della Germania usciva dalla fase ge- nerica delle formulazioni dei singoli governi e dei propositi di massima per entrare in quella più impegnativa del coordinamento di concrete proposte congiunte, quale comu- ne piattaforma politica delle potenze della coalizione antinazista: da questo punto dì vi- sta si può ben dire che la European Advisory Commission fu lo «strumento decisivo nel- la preparazione della politica postbellica degli alleati relativamente alla Germania» 7 . In seno a questa commissione furono elaborati i documenti principali per l'ammini- strazione della Germania occupata ad opera delle potenze alleate, quali le dichiarazioni del 5 giugno 1945 sulla disfatta della Germania, sull'assunzione dei poteri da parte delle potenze occupanti e sulla ripartizione del territorio tedesco in zone d'occupazione. Il problema tedesco venne quindi affrontato, alla fine del 1943, alla conferenza di Teheran (28 novembre – 1° dicembre), che vide riuniti i tre capi di governo alleati, Churchill, Roosevelt e Stalin, nella prima delle conferenze alla sommità che dovevano decidere la sistemazione postbellica mondiale. Ufficialmente la conferenza esprimeva la volontà decisa di schiacciare militarmente la Germania, come affermava la dichiarazio- ne comune emessa alla conclusione dei suoi lavori e nella quale era detto: «Nessuna po- tenza al mondo potrà impedirci di distruggere gli eserciti tedeschi sulla terra, i suoi sommergibili sul mare e la sua industria bellica dall'aria. I nostri attacchi diventeranno spietati e sempre più forti»; ma in realtà questa ulteriore riaffermazione degli obiettivi militari immediati degli alleati era stata preceduta dalla discussione politica circa la sor- te della Germania nel dopoguerra. 7 Cfr. E. DEUERLEIN, Die Einheit Deutschlands. Ihre Erörterung und Behandlung auf den Kriegs- und Nachkriegskonferenzen 1941-1949. Darstellung und Dokumentation, Frankfurt a. M. 1957, p. 36.

Anteprima della Tesi di Paolo Erdas

Anteprima della tesi: L'influenza degli Alleati nei processi costituenti della Germania postbellica: rapporti politico-militari sottesi all'elaborazione del Grundgesetz, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Paolo Erdas Contatta »

Composta da 252 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1285 click dal 30/03/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.