Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La storia grafica del quotidiano ''la Repubblica''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 nell’impaginazione e l’evidenza dei titoli. Rimane il commento, ultimo baluardo della vecchia guardia giornalistica di prima pagina, che diventa più breve, magari con rimandi all’interno, ma ancora più pregevole. Per quanto attiene all’impianto grafico, la gestione dello spazio, i trattati di grafica presentano diverse ipotesi teoriche per una buona realizzazione della pagina. Sostanzialmente vengono indicati quattro tipi di impaginazione: simmetrica, contrastante, diagonale e irregolare 8 . L’impaginazione simmetrica divide verticalmente la pagina in due parti uguali: a un articolo di due colonne sul lato sinistro si oppone specularmene un articolo di due colonne sul lato destro, un metodo usato da molti quotidiani in passato che oggi non convince più per l’eccessiva monotonia. Il tipo di impaginazione maggiormente usato negli anni ’80 da molti quotidiani italiani, non “Repubblica”, è quello contrastante: esso divide la pagina in quattro sezioni all’interno delle quali trovano posto i vari elementi offrendo un discreto margine di manovra ai redattori mantenendo un giusto equilibrio. L’impaginazione in diagonale, come suggerisce il nome stesso, dispone le notizie seguendo una linea trasversale dall’angolo sinistro a quello destro. Fantasiosa, permette di giocare sulla continuità dell’informazione limitando però di molto l’agire dei redattori che si trovano costretti a ridurre gli elementi man mano che si scende in pagina anche per questo motivo non è usata in Italia se non per un breve periodo dal quotidiano “L’Unità” intorno agli anni Sessanta. Infine l’impaginazione irregolare prevede di ordinare testo, grafica e pubblicità senza tener conto di alcuna norma. “Repubblica” al suo nascere inventa uno stile che possiamo definire 8 Cfr. Gianfranco Carmignano, Come nasce il giornale (elementi di tecnologia grafica), Milano, Guido Miano, 1963.

Anteprima della Tesi di Diego Femia

Anteprima della tesi: La storia grafica del quotidiano ''la Repubblica'', Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Diego Femia Contatta »

Composta da 217 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9824 click dal 13/04/2005.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.