Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La posizione del pubblico ministero nell'ordinamento giuridico italiano. Profili costituzionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 1.3 La diversa natura del pubblico ministero nei processi di civil law e in quelli di common law. Ma cosa accade negli altri paesi d'Europa e d'oltreoceano? Innanzitutto per quanto attiene all’amministrazione della giustizia è opportuno distinguere tra i paesi di common law (in primis, Stati Uniti e Inghilterra) e paesi di civil law (quali, ad esempio, Francia, Italia, Germania). Sia per quanto riguarda la figura del pubblico ministero sia per quanto riguarda la struttura del processo, le soluzioni giuridico-organizzative sono diverse a seconda che si tratti di paesi che hanno una tradizione di civil law o di common law. In tale contesto l'Italia rappresenta un caso assai anomalo, non del tutto assimilabile alla tradizione di civil law, alla quale, tuttavia, per molti aspetti appartiene. Prima di procedere con il soffermarsi sulla figura del pubblico ministero sembra opportuno anche illustrare brevemente i due tipi di processo a cui questi due gruppi di paesi si ispirano. La struttura del processo è soprattutto basata sulla distinzione tra processo inquisitorio e processo accusatorio. Il primo prevalentemente diffuso nei paesi di civil law, il secondo nei paesi di common law, di matrice anglosassone. Il modello inquisitorio pone in primo piano la figura e il ruolo del giudice, il modello accusatorio, invece, esalta il ruolo della controparte (accusa e difesa) con il giudice in posizione di neutralità e forte terzietà. In realtà i modelli processuali attualmente vigenti non sono né di tipo accusatorio puro, né di tipo inquisitorio, bensì miscelano tratti dell'uno e dell'altro modello. Come infatti è stato affermato da larga parte della dottrina, raramente la storia della processual penalistica ha conosciuto esperienze di modelli puri; infatti, dallo studio storico dell'evoluzione del processo penale nel corso dei secoli si è chiaramente potuto osservare come i modelli processuali utilizzati nei vari paesi presentassero caratteri misti dove prevalevano aspetti talvolta accusatori od inquisitori. 28 Più precisamente, il modello accusatorio concepisce il processo come un affare delle parti, perciò concentra la maggior parte delle risorse nelle mani degli 28 Tonini P., Manuale di procedura penale, III edizione, Milano, Giuffrè, 2001.

Anteprima della Tesi di Benedetta Giovannetti

Anteprima della tesi: La posizione del pubblico ministero nell'ordinamento giuridico italiano. Profili costituzionali, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Benedetta Giovannetti Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9834 click dal 06/04/2005.

 

Consultata integralmente 37 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.