Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cosa bolle in pentola? Il caso Barilla: 125 anni di comunicazione sempre al dente.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

produttore piuttosto che di un altro? Era necessario fare uso di una serie di mezzi che rendessero riconoscibile il negozio. Da parte dell’azienda produttrice, veniva messo in atto un vero e proprio sistema di merchandising che, prima di tutto, doveva essere rivolto al titolare del negozio e, in secondo luogo, al cliente del negozio che, attraverso il negozio stesso, riceveva le promozioni create dall’azienda. I mezzi usati all’esterno e all’interno del negozio erano vari: dall’esposizione del marchio, ai calendarietti da muro, cataloghi, cartoline... 1.4 LA STORIA DELLA PASTA La storia della pasta ha inizio circa 7000 anni fa. L’uomo abbandona la vita nomade e diventa agricoltore, impara a seminare e a raccogliere. Alcune ricerche fanno risalire la coltivazione el grano a circa 7000-10000 anni fa tra la valle del Giordano e la Mesopotamia. Affinchè fosse possibile coltivare il terreno, c’era bisogno di stabilità. Infatti, l’uomo si stabilizza, si organizza in villaggi e passa da un’alimentazione prevalentemente carnea, nel periodo in cui era cacciatore, ad una prevalentemente vegetale. È in quel tempo che la storia dell’uomo si sposa e si incrocia con quella del grano e con il grano ha inizio la storia della pasta. Di raccolto in raccolto, di generazione in generazione, l’uomo ha imparato a lavorare sempre meglio il grano, macinandolo, impastandolo con acqua, spianandolo in impasti sottili, cuocendolo su pietra rovente. Il grano si diffonde dalla Palestina all’Asia Minore, di qui alla Grecia e poi all’ Europa. Molti secoli prima della nascita di Gesù, i Greci e gli Etruschi erano già abituati a produrre e a consumare i primi tipi di pasta. La prima indicazione dell’esistenza di qualcosa di simile alla pasta risale al primo millennio a. C., alla civiltà greca. La parola laganon era usata per indicare un foglio grande e piatto di pasta tagliato a

Anteprima della Tesi di Valentina Grasso

Anteprima della tesi: Cosa bolle in pentola? Il caso Barilla: 125 anni di comunicazione sempre al dente., Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Valentina Grasso Contatta »

Composta da 215 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9581 click dal 14/04/2005.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.