Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cipro: oltre la mediazione. Un trentennio di fallimenti e la speranza di un compromesso europeo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I – Cipro: dal problema coloniale al coinvolgimento delle potenze straniere 14 La “dottrina della piattaforma continentale” fu enunciata per la prima volta in una dichiarazione di Truman del 1945 e riguardava i diritti statunitensi di ricerca e sfruttamento di ogni risorsa naturale localizzata sotto i fondali marini adiacenti alle proprie coste. Tale principio, ora accolto dalla maggior parte degli stati, consente lo sfruttamento di tali risorse anche se situate al di là delle acque territoriali di uno stato. Tuttavia la Turchia rifiuta tuttora di attenersi sia alla Convenzione di Ginevra che alla successiva Convenzione ONU del 1982 sul Diritto del Mare, e questo rende complicati i rapporti tra i due paesi nella risoluzione del contenzioso del Mar Egeo. 13 La situazione si è ulteriormente aggravata negli anni ’70, quando il governo greco ha deciso di accordare alla Oceanic Exploration Company di Denver i diritti di esplorazione nell’Egeo settentrionale per la ricerca di giacimenti petroliferi. Nel 1974 un piccolo giacimento petrolifero fu scoperto nei pressi dell’isola di Thasos. La Turchia suggerì la divisione delle risorse tracciando una linea mediana al centro dell’Egeo ed equidistante dalle coste dei due paesi, o uno sfruttamento congiunto delle risorse. Quando la Grecia invitò la Turchia a rivolgersi alla Corte _________________________ the coast, but outside the area of the territorial sea, to a depth of 200 metres or, beyond that limit, to where the depth of the super adjacent waters admits of the exploitations of the natural resources of the sea areas; (b) to the seabed and subsoil of similar submarine areas adjacent to the coasts of islands.” Cfr. D. M. Sakellariou, Controversy in the Aegean: some legal possibilities, “Conflict Studies Journal at the University of new Brunswick”, Fall 1998, p. 4. 12 Il primo novembre 1973, il governo turco pubblicò sulla Gazzetta Ufficiale del governo turco una mappa in cui erano arbitrariamente indicate alcune aree dell’Egeo, incluse alcune isole sotto sovranità greca, nelle quali erano stati concessi i diritti di esplorazione alla Turkish Petroleum Company. 13 “Turkey does not recognize that island are entitled to a continental shelf of their own. Instead, it wish to carve a line of partition down the middle of the Aegean, as if there were no islands at all in the area. Greece holds that the island have full rights to the continental shelf under International Law. Greece cites, among other things, the Geneva Convention of 1958, the Convention on the Law of the Sea 1982, and the 1969 decision of the International Court of Justice concerning the delimitation of the continental shelf of the North Sea”. Cfr. www.mfa.org

Anteprima della Tesi di Manuela Moy

Anteprima della tesi: Cipro: oltre la mediazione. Un trentennio di fallimenti e la speranza di un compromesso europeo, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Manuela Moy Contatta »

Composta da 349 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2198 click dal 07/04/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.