Skip to content

Cipro: oltre la mediazione. Un trentennio di fallimenti e la speranza di un compromesso europeo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
I – Cipro: dal problema coloniale al coinvolgimento delle potenze straniere 8 L’11 novembre 1918 veniva firmato l’armistizio generale (i turchi avevano già firmato la resa a Mudros il 30 ottobre).Venizèlos 2 , ben determinato ad ottenere la giusta ricompensa per l’appoggio greco all’Intesa, giungeva a Parigi nelle vesti di plenipotenziario greco alla conferenza di pace di Versailles. Tra i principali nodi del negoziato si ponevano le rivendicazioni greche in Asia Minore, in chiaro contrasto con le pretese italiane. 3 Tuttavia Venizèlos, disposto persino a concessioni per quanto riguardava il Dodecanneso, la creazione di un stato indipendente in Armenia e l’imposizione del controllo internazionale su Costantinopoli e gli Stretti, non ammetteva compromessi su Smirne, dal momento che la sua annessione alla Grecia era da tempo il sogno della Megali Idea. L’indipendenza greca, raggiunta nel 1830 al termine di una lotta durata ben otto anni, lasciò molti greci al di fuori del neo-stato, costretti dunque a vivere sotto la dominazione ottomana. _________________________ 2 Elfthèrios Venizèlos fu a capo del governo greco per dodici anni tra il 1910 ed il 1933. Nato a Creta, fu particolarmente attivo durante l’insurrezione del 1897 a favore dell’ enosis dell’isola con il regno di Grecia. Al termine della guerra greco-turca del 1897 Cipro ottenne l’autonomia e Venizèlos partecipò alla stesura della costituzione dell’isola ed entrò a far parte della sua Assemblea Governativa. Formò il suo primo governo nell’ottobre 1910. Condusse la Grecia all’alleanza con i suoi vicini balcanici Serbia, Bulgaria e Montenegro che fruttò, dopo le guerre balcaniche, un raddoppiamento dell’estensione territoriale del paese. Allo scoppio della prima guerra mondiale, il suo appoggio all’Intesa lo portò a scontrarsi con re Costantino I, favorevole alla neutralità, e a rassegnare le dimissioni per ben due volte nel 1915. Nel settembre 1916 lo “Scisma Nazionale” divenne irreversibile e Venizèlos formò a Salonicco un governo provvisorio opposto a quello di Atene. Nel 1917 tornò a capo del governo in seguito alle pressioni di Francia e Inghilterra. Al termine della prima guerra mondiale rappresentò il paese alla conferenza di Parigi. Subì una dura sconfitta elettorale nelle elezioni del 1920 e lasciò il paese in esilio volontario. Tornò in politica nel 1928, ma nel 1933 il suo governo fu travolto da una grave crisi economica internazionale. Morì in Francia nel 1936. 3 “Con il trattato di Londra del 1915, attraverso cui era stata convinta a entrare in guerra, all’Italia spettava la regione di Antalya. La concessione era stata confermata e ampliata nell’accordo di St. Jean de Murienne, dell’aprile del 1917, che comprendeva anche la regione di Smirne, la quale, a sua volta, costituiva il punto più importante delle aspirazioni territoriali greche” in R. Clogg, Storia della Grecia moderna: dalla caduta dell’impero bizantino a oggi, Milano, Bompiani, 1996, p.110.
Anteprima della tesi: Cipro: oltre la mediazione. Un trentennio di fallimenti e la speranza di un compromesso europeo, Pagina 8

Preview dalla tesi:

Cipro: oltre la mediazione. Un trentennio di fallimenti e la speranza di un compromesso europeo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Manuela Moy
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Internazionali e Diplomatiche
  Relatore: Giuliana Laschi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 349

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cipro
confidence building measures
diplomazia preventiva
diritti umani
egeo
enosis
grecia
impero britannico
mediterraneo
minoranze
nato
negoziati
onu
processo barcellona
questione sovranità
taksim
turchia
unione europea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi