Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'educazione naturale di Rousseau

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Solo con un’indagine serena si può comprendere come il naturalismo, che sta a base di tutto l’Empirismo e di tutto l’Illuminismo, assume in Rousseau una forma nuova. La sua celebrazione della natura, infatti, deve intendersi come glorificazione della innocente natura originaria aspirazione a tornare alla natura, se non nel senso di un irrealizzabile ripristino della vita naturale sana ed ingenua, quale era prima che la vita sociale la corrompesse con la sua cultura, almeno nel senso di purificare e redimere la degenere vita sociale, col coltivare di nuovo, in essa, sentimenti di sana semplicità e spontaneità, quali costituiscono l’originaria e genuina “natura” umana. Il più grave limite della pedagogia a lui precedente e della prassi educativa del suo tempo è che entrambe non partono dalla concreta esperienza della specificità dell’infanzia. Il bambino è considerato solo un piccolo uomo. Al contrario Rousseau insegna- sulla base dell’osservazione- che l’infanzia ha tratti psicologici, fisici, logici diversi da quelli dell’adulto e scientificamente identificabili. Allo stesso tempo sottolinea che non è corretto pensare all’infanzia solo come età di preparazione al mondo degli adulti. La vita ha le sue stagioni e nessuna ha diritti sulle altre. L’educazione e la vita cominciano dalla nascita. L’Emilio parla di educazione naturale, intesa nel senso di educazione negativa, cioè come processo spontaneo e autonomo regolato dall’interiorità dell’educando: scopo dell’educazione è quello di preparare la persona a vivere nella società, anche se questa può corromperlo. L’azione della società è positiva, nel momento in cui in essa interviene l’educazione per formare prima l’uomo, poi il cittadino, per i quali l’arte più necessaria è quella di vivere con i propri simili. 1 Emilio verrà a conoscenza della società, attraverso lo studio della storia, e mediante i viaggi, che permettono la conoscenza dei popoli nei loro costumi; e dopo essere stato educato come cittadino, 1 J.J.Rousseau, Emilio,(a cura di), P. Massimi, Armando Editore, RRoma 2002, p.329

Anteprima della Tesi di Iolanda Iurato

Anteprima della tesi: L'educazione naturale di Rousseau, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Iolanda Iurato Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 22339 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 32 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.