Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'educazione naturale di Rousseau

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 L’esigenza delle idee “ chiare e distinte”, incontrandosi infatti con lo schema newtoniano della scienza esatta, aveva potentemente riaffermata la funzione dell’intelletto come misura e soggetto di tutti i valori della storia e del processo cosmico universale. Siccome la vita del secolo in Francia, ove aveva le sue più caratteristiche e notevoli espressioni, gravitava e spingeva alla critica di quella società, che appariva ingiusta, oppressiva, disfatta, così l’Illuminismo si dispiegò in un vasto movimento di cultura diretto ad “illuminare” le coscienze e a rischiarare, al lume della ragione, il baconiano “regnum hominis”. Questo movimento di pensiero era tuttavia nato da una esigenza metafisica, che consisteva nella liberazione della filosofia dall’”ésprit de système” e nel suo inveramento quale processo di attuazione dello spirito, che si realizza nella molteplicità delle sue ricerche e procedimenti. Perciò i concetti, i problemi, i sistemi definiti in forme fisse e comunemente accettate dal passato vennero ripensati, vagliati, discussi, mutati e infine, alla luce della ragione, riportati a significati nuovi. Nello spirito del secolo è la filosofia che incalza e investe tutta la complessa problematica sociale, che assume il compito di ordinare il “regnum hominis” secondo principi razionalmente desunti e definiti. Come scrive Kant, l’Illuminismo significa “l’uscita dell’uomo della sua colpevole minorità.” Minorità è l’impotenza a servirsi della propria ragione senza la guida di un altro. Ed essa è colpevole quando non è causata da deficienza di capacità intellettuale, ma da mancanza di decisione e coraggio a servirsene senza la guida di un altro. “Saper aude”: abbi il coraggio di servirti della ragione; questo è il motto dell’Illuminismo”. 2 Il D’Alembert, che fu tra i maggiori rappresentanti dell’epoca, così parla di questo possente moto del pensiero: “Questo fermento che agisce in tutte le direzioni ha afferrato tutto quanto gli si presentava, con violenza, come un 2 E. Kant, Scritti politici e di filosofia della storia del diritto, Torino, Utet 1956, pag. 141.

Anteprima della Tesi di Iolanda Iurato

Anteprima della tesi: L'educazione naturale di Rousseau, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Iolanda Iurato Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 22400 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 33 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.