Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le attività di ricerca e sviluppo nel settore delle biotecnologie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Inoltre, si evince, l’importanza dei finanziatori (business angels, venture capitalists specializzati, incubatori/parchi scientifici e tecnologici o anche istituzioni pubbliche) nel sostenere tale fase. L’esposizione del capitolo si conclude con il caso Xeptagen, un caso aziendale che si collega in modo emblematico con l’analisi del fenomeno effettuata nei precedenti capitoli. La start-up campana è controllata dal Gruppo industriale Maione e fa parte dell’incubatore d’imprese Sviluppo Italia Campania con sede a Pozzuoli. L’azienda è dedicata all’identificazione e validazione di nuovi marcatori molecolari per lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di sistemi avanzati di diagnosi e terapia. Tra i numerosi progetti si analizza con maggiore precisione, utilizzando la tecnica dell’intervista, il nuovo marcatore per la diagnosi precoce del tumore al fegato (HEPA-IC).

Anteprima della Tesi di Natalia Vela

Anteprima della tesi: Le attività di ricerca e sviluppo nel settore delle biotecnologie, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Natalia Vela Contatta »

Composta da 224 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8346 click dal 19/04/2005.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.